TIVOLI – Mense scolastiche, torna il pranzo in refettorio

Ad aggiudicarsi la nuova gara è stata la Vivenda spa, società del gruppo “La Cascina cooperativa”

Riparte oggi, lunedì 3 ottobre, il servizio di ristorazione nelle mense scolastiche dei cinque istituti comprensivi del territorio comunale di Tivoli. Dopo il periodo di limitazioni imposto dall’emergenza Covid-19, i bambini e le bambine potranno tornare a mangiare nei refettori.

Crediamo che la convivialità, l’atto del mangiare insieme, sia un momento estremamente educativo per i più piccoli. Per questo motivo, siamo felici di poter assicurare il servizio di ristorazione direttamente nei refettori dei plessi scolastici – afferma l’assessora ai Servizi sociali e alla pubblica istruzione Maria Luisa Cappelli -. Mangiare in mensa contribuirà ad educare alla corretta alimentazione, al rispetto dell’ambiente anche nei gesti quotidiani.

È nostra intenzione, infatti, trasmettere ai bambini un messaggio chiaro, ovvero quello di evitare gli sprechi alimentari.

Ringrazio gli uffici del settore Welfare per l’impegno e l’energia spesi nel condurre le operazioni di gara per consentire l’attivazione di questo importante servizio“.

Ad aggiudicarsi la nuova gara del Comune di Tivoli è stata la Vivenda spa, società del gruppo “La Cascina cooperativa”. 

LEGGI ANCHE  FONTE NUOVA - Strage di via Nomentana, disposta l’autopsia sulle 5 vittime

Fra le offerte migliorative offerte dall’aggiudicataria, appare importante evidenziare l’impegno a fornire nuovi arredi per le cucine e la realizzazione di adeguamenti strutturali, tutti nell’ottica del risparmio energetico. Per abbattere l’utilizzo della plastica, le pietanze saranno servite per la gran parte su piatti di coccio; solo dove gli spazi non consentono la collocazione di lavastoviglie, il pasto verrà servito in piatti realizzati in materiale biocompostabile.

Novità anche per quanto riguarda le modalità di erogazione dei pasti: quelli destinati al plesso Sandro Pertini di via Colsereno saranno cucinati nel plesso di viale Picchioni invece a Tivoli Terme, riducendo così i tempi di trasporto per garantire maggiore appetibilità dei piatti.

Grande attenzione sarà rivolta contro gli sprechi alimentari: i bambini riceveranno una sacca nella quale riporre cibi come pane e frutta, non consumati, in modo da poterli portare a casa.

Per quanto riguarda il menù, che segue la stagionalità degli alimenti, sarà consultabile sull’app dalle famiglie. Saranno previsti pasti salutari, produzioni biologiche e cibi controllati in ogni fase del processo di trasformazione.

LEGGI ANCHE  CICILIANO – Micro terremoto, la terra è tornata a tremare

 

Il servizio continuerà a garantire il soddisfacimento delle differenti esigenze alimentari legate ai fattori allergici, alle patologie, alle diverse appartenenze religiose.

Si ricorda che sono garantite le aperture degli sportelli mensa a Tivoli centro, e nelle delegazioni di Tivoli Terme e Villa Adriana e che i pagamenti della refezione scolastica e degli altri servizi – come tutti i pagamenti rivolti alla pubblica amministrazione – dovranno essere effettuati attraverso la piattaforma nazionale “Pagopa”. A tale scopo, per ricaricare il borsellino elettronico si può accedere:

– dall’area riservata del portale “Novaportal” accedendo alla sezione “Pagamenti online”;

– dall’applicazione “Servizi mensa” accedendo alla sezione “Ricarica online”.

Continuano ad essere attivi sullo stesso portale dello scorso anno lo sportello mensa e il Borsellino elettronico, attraverso il quale effettuare pagamenti; è in corso di riattivazione la Commissione Mensa per favorire un utile confronto sull’andamento del servizio.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.