Monterotondo – APM invita a segnalare casi di abbandono rifiuti

Con riferimento alla situazione creatasi nella zona della Torraccia/Gavaccia/Reviola, giustamente più volte segnalata e denunciata dai Cittadini della zona, l’A.P.M. ritiene opportuno e doveroso precisare alcuni aspetti di primaria rilevanza:

Discariche nella zona Torraccia, Gavaccia, e Reviola il comunicato di APM

La ragione del recente aumento di casi di abbandono scellerato di rifiuti nel territorio del Comune di Monterotondo è molto semplice e risiede nel fatto che negli ultimi mesi del 2020 nella nostra Città si è ampliato il servizio di raccolta differenziata anche al Centro Storico, tramite le cosiddette “casette automatizzate”. Ciò ha comportato la definitiva eliminazione dalla strada dei vecchi classici cassonetti generici dove fino a pochi mesi fa molte delle persone che oggi abbandonano i rifiuti illegalmente presumibilmente andavano a buttare la loro immondizia. Quindi oggi il fatto che non ci siano più cassonetti in giro per la Città, fa aumentare questi casi di abbandono illegale di rifiuti nelle nostre strade.

Le immagini incresciose pubblicate sui social e relative alle zone della Torraccia/Gavaccia/Reviola rappresentano delle vere e proprie discariche abusive che nulla hanno a che vedere col servizio di igiene urbana svolto dall’Azienda che infatti più volte a settimana si vede costretta a porvi rimedio non correggendo una inefficienza del servizio ma effettuando delle vere e proprie attività di bonifica straordinaria.

LEGGI ANCHE  FONTE NUOVA - Premiati i Campioni dello Sport e del Fair Play

Il fatto che questi rifiuti, spesso anche industriali e di cantiere, vengano abbandonati vicino ai secchi dedicati al servizio di igiene urbana di quelle zone non deve trarci in inganno: nulla di questo c’entra con A.P.M., ma trattasi di vere e proprie attività criminose che vanno controllate, accertate e punite. Conferimento a questo ultimo aspetto, va precisato con chiarezza che A.P.M. gestendo il servizio di Igiene Urbana nella nostra Città NON ha nessun titolo ad effettuare nessuna attività di controllo e repressione che, per legge, non gli compete e non può effettuare. Con riferimento al generico e diffuso servizio di Igiene Urbana l’Azienda ritiene che, seppur lo stesso sia migliorabile anche perché di recente attivazione e ultimazione, questo venga effettuato in Città senza ragioni di particolare criticità, e che le immagini delle discariche di queste zone nulla hanno a che vedere con lo stesso servizio e di certo non lo rappresentano.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Nonna Vittoria soffia sulla sua centesima candelina di compleanno

AI fine però di dare una risposta vera e rapida agli abitanti di quelle zone, giustamente esasperati da una situazione ormai fuori controllo, l’A.P.M. è davvero prossima a modificare il sistema di raccolta di rifiuti in questa zona che nella sostanza prevedrà la veloce e definitiva eliminazione dalla strada di tutti i cassonetti dell’area e la presenza fissa di operatori A.P.M. durante le fasi di conferimento dei rifiuti. I residenti di questa zona saranno a breve informati sulle nuove modalità di svolgimento del servizio.

Si invitano infine tutti i Cittadini che dovessero assistere a casi di abbandono illegale di rifiuti in queste e in altre zone a denunciare i fatti e le persone alle
competenti forze dell’ordine che provvederanno a perseguire gli stessi penalmente e amministrativamente.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.