Green Pass, dieci euro per sbloccarlo…

Come e perché il consiglio della dottoressa Rosa di Fonte Nuova è stato mal interpretato

E’ giusto che siano i medici di base a sbloccare i Green pass dei guariti, in sostituzione del sistema regionale in tilt? Ha fatto bene la dottoressa Francesca Rosa, medico di base a Fonte Nuova e in sovraccarico di lavoro tra vaccini e visite Covid, a consigliare ai pazienti eventualmente di rivolgersi a un ventenne esperto in informatica per farsi aiutare in questa pratica, magari in cambio di una piccola mancia, una decina di euro, che ovviamente non intascava lei? “Il mio era solo un consiglio, mai preso un euro”, specifica la dottoressa, “Pensavo di fare un favore e invece qualcuno mal interpretando mi ha tacciato di truffa, come se avessi ingannato qualcuno per prendere soldi. Incredibile”. “Dieci euro per sbloccare il green pass?”

LEGGI ANCHE  Lavori di pubblica utilità in alternativa alla pena: ecco l'opportunità offerta a Castel Madama

Laureata a 24 anni, specializzata in oculistica a 27 anni, 33 anni di esperienza alle spalle, la dottoressa Rosa ha spiegato il suo caso  a Tiburno.


Intanto decine di pazienti hanno espresso la loro solidarietà. “Assurdo”, la difende una paziente, “Conosco la dottoressa da 15 anni, sempre disponibile anche alle 22. Se avevo bisogno rispondeva”. “E’ una vergogna solo leggerli certi commenti negativi”, precisa un altro paziente.

Un caso che riporta un tema da portata nazionale, visto il sovraccarico del sistema sanitario nazionale. Qualche giorno fa in un “question time” alla Camera il ministro alla Salute Roberto Speranza ha annunciato che è in corso la procedura “per portare a regime un doppio automatismo per il Green pass in caso di guarigione dal Covid 19”.

LEGGI ANCHE  Gestione di sinistri auto con anticipo zero? Alla carrozzeria f.lli Bontempi è assicurato

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA ALLA DOTT.SSA ROSA

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *