Guidonia – Ferisce gravemente un amico e scappa

E’ stato uno sguardo frainteso a far scoppiare, ieri notte, la lite, che poteva finire in tragedia, tra un cittadino romeno 30enne ed un romano di 33. I due avevano trascorso la serata insieme in discoteca e si erano fermati ad un bar, in zona Ponte di Nona per terminare la serata. Complice qualche bicchiere di troppo, i due amici hanno iniziato a discutere, come spesso accade per motivi di donne: è volata qualche parola di troppo e dalle parole sono passati alle mani. Il 33enne romano, preso dall’ira, ha dapprima colpito il suo rivale in faccia con un bicchiere di vetro, mandandolo in frantumi, e ha continuato ad infierire sul suo volto con i cocci, procurandogli la frattura delle ossa nasali e diversi tagli profondi. L’uomo è stato soccorso e portato all’Ospedale Sandro Pertini dovè è stato immediatamente operato e poi ricoverato con una prognosi di 40 giorni. L’aggressore amico a quel punto, si è dato alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Solo nel tardo pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione Settecamini sono riusciti a rintracciare l’aggressore, grazie anche alla mediazione fatta con la compagna di quest’ultimo che è poi riuscita a convincerlo a farsi arrestare. Il 33enne è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria con l’accusa di tentato omicidio ed è stato associato alla casa circondariale di Rebibbia.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  TIVOLI - Boschetto raso al suolo, il Comune non ha rilasciato autorizzazioni alle suore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.