GUIDONIA – Ssssssh! La politica dorme …

Mentre sulla città gravitano le elezioni, il Car vuole espandersi, si prepara il Mondiale di Golf, il settore del travertino da riformare, la classe politica sceglie la linea del silenzio

Nella Città dell’Aria, sempre in ebollizione, tanto silenzio diventa irritante. Gli unici a parlare sono il sindaco che magnifica ciclabili presentandole come opere pubbliche che cambieranno il volto a Guidonia e i cittadini in sua risposta su facebook il cui parere si sintetizza così: “caro sindaco, potevi svegliarti prima!”

Ed anche così il tema del sonno della classe dirigente resta tutto in piedi. Ogni parola è di troppo e potrebbe sbilanciare un equilibrio inesistente e che questa città non ha mai avuto. Sembra debbano eleggere il presidente della repubblica a Guidonia.

E in effetti come si arriverà all’elezione del presidente diventa un modello non indifferente a Guidonia. Detterà il flusso di nuove alleanze perché se si formasse un’altra “maggioranza Ursula” anche per il Quirinale, Forza Italia non potrà più dirsi alleata a Fratelli d’Italia e alla Lega. Ma potrebbe formarsi anche una maggioranza Mario Draghi, con la Lega in più accanto a questa allegra compagnia. Ed al Quirinale è una maggioranza possibile, già dai primi turni. (Bisogna solo trovare il presidente del Consiglio portavoce di Draghi). E se così fosse ce li vedreste insieme, nella stessa maggioranza, Alessandro Messa con Simone Guglielmo, Stefano Sassano, Maurizio Massini,  … Dovrebbero trovare una personalità assolutamente autorevole sulla quale convergere: un Mario Draghi di Guidonia. Ma essendo difficile convincersi che esista in Italia un Mario Draghi, tanto più sarà problematico trovarla a Guidonia.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Elezioni, i candidati sindaco a confronto davanti ai ragazzi

Nella grande incertezza ciascuno se ne sta rintanato a casa prendendo la pandemia a pretesto. Sommessamente qualche riunione in teleconferenza in cui ciascuno fa da terapista all’altro rassicurandolo e affermando che va tutto bene, tutto è sotto controllo.

Ma sempre e solo a Guidonia esiste una variante tutta cittadina. E’ il Nuovo Polo Civico. Assume adepti a sinistra e a destra, ha ambizioni di governo e non recede davanti alle profferte dei partiti tradizionali. ‘Alleanze se ne possono fare – rispondono quelli del Nuovo Polo – ma con la candidatura a sindaco espressa dal Nuovo Polo Civico!

Le chimere da sindaco quindi restano nella testa di ciascuno e coltivarle nel sogno diventa più confortevole che verificarle nella realtà. Buoni sonni.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *