GUIDONIA – Rissa all’autolavaggio, arrivano i carabinieri

Un cliente contesta il danneggiamento dell’auto, volano pugni e calci coi gestori

Per riportare tutti i presenti alla calma è servito l’intervento dei carabinieri, ma fino a qualche istante prima clienti e gestori se le stavano dando di santa ragione.

E’ quanto accaduto venerdì pomeriggio 25 marzo in un autolavaggio di Guidonia Montecelio.

Secondo le informazioni raccolte da Tiburno. Tv, la scintilla sarebbe scoppiata quando il proprietario di una Smart è andato a riprendere la vettura dopo il lavaggio. Entrato nell’abitacolo, il cliente sarebbe uscito immediatamente per contestare ai gestori la rottura di una parte di carrozzeria interna “riparata” con del nastro adesivo.

A quel punto, dalle parole i litiganti sono passati ai fatti. Soprattutto quando all’autolavaggio è sopraggiunto il figlio del proprietario della Smart, un giovane aitante specializzato nelle arti marziali che ha iniziato a sferrare colpi contro i rivali sotto lo sguardo incredulo degli altri clienti.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Incassò una tassa non dovuta, il Comune rimborsa 200 mila euro alla Pirelli

La scena non è passata inosservata ai passanti e qualcuno ha allertato il 112 e il 118. Sul posto è intervenuta una pattuglia di carabinieri e alla vista dei militari i litiganti si sono riappacificati senza sporgere denuncia.

All’autolavaggio è arrivata anche un’ambulanza per medicare gli operai rimasti contusi dalla scarica di colpi sferrati dal Bruce Lee guidoniano.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.