GUIDONIA – Lite tra parenti davanti alla caserma dei carabinieri, un arresto e una denuncia

Italiano 37enne ai domiciliari per resistenza e lesioni a un militare, il padre 64enne trovato in possesso di un coltello

I Carabinieri della Tenenza di Guidonia Montecelio hanno arrestato, in flagranza di reato, un uomo italiano di 37 anni, gravemente indiziato dei reati di resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni e denunciato un uomo italiano di 64 anni per resistenza a pubblico ufficiale e possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere.
Secondo un comunicato dell’Ufficio Stampa del Comando Provinciale Carabinieri di Piazza San Lorenzo in Lucina, Roma, il fatto sarebbe accaduto lunedì pomeriggio della scorsa settimana, quando un italiano di 64 anni si è precipitato in caserma per chiedere aiuto poiché era inseguito da suo fratello e da suo nipote, che si erano scagliati contro di lui per dissidi familiari.

Momenti di tensione all’esterno dalla Tenenza dei Carabinieri di largo Centroni.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - “Miss Guidonia 2024”, Michelle Mele è la più bella
Sempre secondo il comunicato stampa dell’Arma, soltanto l’intervento tempestivo dei Carabinieri presenti nella caserma ha scongiurato conseguenze ben più gravi per l’uomo, vittima della furia dei parenti, tant’è che ne è nata una colluttazione, a seguito della quale un Carabiniere è rimasto lievemente ferito.
Ragion per cui, il 64enne è stato denunciato a piede libero non solo per resistenza a pubblico ufficiale ma anche perché trovato in possesso di un coltello a serramanico lungo 21 centimetri.
Il 37enne, invece, d’intesa con la Procura della Repubblica di Tivoli, è stato arrestato e sottoposto ai domiciliari.
Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.