MONTEROTONDO – Armati di pistola, entrano in villa e rapinano una famiglia

Sabato sera di terrore in una zona di campagna dove è entrata in azione una banda composta da cinque malviventi. Il bottino si aggira intorno ai 25 mila euro

Notte di terrore a Monterotondo, dove una banda di malviventi è entrata in azione e ripulito la villa di una famiglia in via delle Azalee, località Torraccia via della Gavaccia in piena campagna. Sul caso indagano i carabinieri della Compagnia di Monterotondo diretti dal Tenente Colonnello Gianfranco Albanese. Al momento vige il massimo riserbo, ma i militari stanno facendo di tutto per raccoglie informazioni utili alle indagini.
I fatti risalgono allo scorso sabato sera 6 novembre intorno alle ore 21. Il commando era formato da cinque persone armate di pistola che sono entrate in azione con il volto travisato all’interno della villa di via delle Azalee. Una volta introdotti dentro l’abitazione hanno minacciato la famiglia che abita nella villa e l’hanno costretta a farsi dire dove erano nascosti i gioielli di famiglia, nonché a farsi aprire la cassaforte. Tra i vari preziosi c’erano anche degli orologi Rolex e il bottino complessivo si aggira intorno ai 25 mila euro.
La banda non ha risparmiato nulla. Infatti il figlio aveva diverso materiale d’oro addosso e i ladri lo hanno minacciato facendoselo consegnare. Però, poi, si sono impietositi per un momento. Infatti il giovane ha spiegato che l’anello d’oro era un regalo della nonna, dall’alto valore affettivo. Così glielo hanno restituito.
I cinque hanno parlato pochissimo, ma probabilmente erano originari dell’Est Europa.
Le indagini dei carabinieri ruotano a 360 gradi. Si cerca di capire se qualcuno possa aver fornito informazioni utili alla banda. Si stanno scandagliando le telecamere della zona per cercare di vedere il transito dei mezzi con cui sono arrivati.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  A24: Svincolo di Tivoli in direzione Roma chiuso per due notti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.