Ventinovenne muore folgorato mentre taglia un ramo: tragedia a Cave

E' il terzo incidente mortale sul lavoro in pochi giorni

Ancora un incidente mortale sul lavoro. La vittima Antonio Stazione, un 29enne dii Cave. Il giovane è rimasto folgorato  nella mattinata di oggi, mercoledì 4 maggio, mentre potava alcune piante in un terreno privato del paese. La scarica elettrica dai cavi dell’alta tensione non gli hanno dato scampo: è morto immediatamente.

L’attrezzo è stato sequestrato dai carabinieri, e il magistrato ha disposto l’autopsia: la morte però è tragicamente chiara.
L’incidente si è verificato poco prima di mezzogiorno in via Speciano, nel giardino di una villetta.

Il proprietario aveva richiesto l’intervento di una ditta specializzata per potare le piante più alte. Solo che a un certo punto il ragazzo tagliando un ramo staccandosi dopo il taglio abbia travolto il cavo elettrico.

LEGGI ANCHE  FONTE NUOVA - Si ribalta il muletto, muore l’artifiere eroe

LA TERZA TRAGEDIA IN POCHI GIORNI

Il 27 aprile a Roma era morto Bernardino Passacantilli, un muratore di 61 anni di Licenza, precipitando da un ponteggio nei pressi di via Veneto. L’indomani è stato trovato morto il 39enne Fabio Palotti schiacciato da un ascensore alla Farnesina.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *