Marzo Amazon

Passo Corese, Amazon seleziona 70 under 30 per apprendistato

Ecco come candidarsi

Amazon ha avviato le selezioni per reclutare 70 giovani under 30 che parteciperanno ad un percorso di apprendistato in diversi settori nei suoi centri di distribuzione e di smistamento in tutto il Paese.

A seconda del programma, l’apprendista verrà formato al ruolo di Tecnico RME (Reliability, Maintenance, and Engineering), IT Support Technician, Automation Engineer o Safety Specialist. Il percorso, della durata di due anni, prevede una formazione completa con lezioni teorico/pratiche presso formatori esterni e attività di training on-the-job in cui gli apprendisti saranno affiancati dai componenti dei vari team nel ruolo di coach.

Le tematiche toccate nel corso del programma di apprendistato forniranno le competenze necessarie nell’ambito della manutenzione, dell’automazione, della sicurezza o dell’IT, con l’obiettivo di formare gli apprendisti e renderli esperti ciascuno nel proprio settore, per entrare a far parte del personale di Amazon a chiusura del percorso.

La fase di recruitment presso il centro di distribuzione di Passo Corese (RI), in cui sono disponibili 9 posizioni, è attualmente in corso e gli interessati possono candidarsi tramite il sito internet:
• Apprendistato Tecnico di ingegneria e manutenzione – RME Tech
• Apprendistato RME Automation Engineer
Per accedere al programma, i candidati dovranno avere fra i 18 e i 30 anni e aver ottenuto il diploma di maturità o la laurea, a seconda del ruolo richiesto:
– RME Technician: diploma di maturità da un liceo o da un istituto tecnico o professionale, preferibilmente con specializzazione in Manutenzione, Meccanica, Elettronica.
– IT Support Technician: diploma di maturità da un liceo o preferibilmente da un istituto tecnico o professionale con specializzazione informatica
– RME Automation Engineer: laurea triennale in Ingegneria dell’Automazione o simili
– Safety Specialist: laurea in “Tecnico della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro” o simili Sono inoltre richieste conoscenza dell’italiano e dell’inglese, ottime capacità di comunicazione, passione per il proprio settore, familiarità con il sistema operativa MS Office.

LEGGI ANCHE  ViICOVARO -Il paese in lacrime saluta “Jeff” Alessandro Maiorani

Ludovico Rizzuto, Program Manager Amazon e referente dei programmi di apprendistato in Italia, ha commentato: “Siamo orgogliosi, grazie a questo percorso di apprendistato, di poter fornire opportunità di crescita e formazione a giovani che desiderano mettersi in gioco. All’interno dei nostri siti, ogni giorno i nostri team offrono un servizio di altissimo livello, essenziale per il corretto funzionamento del sito. Il loro lavoro è fondamentale nel consentirci di mantenere le promesse di consegne che facciamo ai nostri clienti”.
Diventare un apprendista all’interno dei siti Amazon permette di acquisire conoscenze teoriche e competenze, nonché applicarle in un vero e proprio lavoro e imparare da un team di specialisti direttamente sul campo.

“In questo percorso si ha una vera e propria formazione continua sia lavorando in azienda affiancati ai tecnici, che tramite lezioni in aula con professionisti. Fin da subito mi sono trovata bene nel team, ho familiarizzato con i colleghi e sono stati tutti molto pazienti e disponibili con me. La parte più interessante è che ogni giorno è una nuova avventura ricca di insegnamenti” ha commentato Valeria dopo due anni dall’inizio del suo percorso di apprendistato per il ruolo di RME Technician (Relaibility, Maintenance and Engineering) in Amazon nel 2020.
Il programma verrà reso disponibile anche presso gli altri centri di distribuzione e smistamento Amazon attualmente attivi in Italia e situati a Castel San Giovanni (PC), Cividate al Piano (BG), Casirate d’Adda (BG), Vercelli, Novara, Castelguglielmo San Bellino (RO), Spilamberto (MO), Colleferro (RM), Torrazza Piemonte (TO) per un totale di 70 nuove assunzioni.
Investimenti in Italia
Dal suo arrivo in Italia nel 2010, Amazon ha investito oltre €8,7 miliardi creando più di 14.000 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato, di cui 4.500 solo nel 2021, in oltre 50 siti sparsi in tutto il Paese. Nel 2022, è entrato in funzione il centro di distribuzione di Ardea dove Amazon creerà 200 posti lavoro a tempo indeterminato entro tre anni. Inoltre, l’azienda ha annunciato l’apertura entro l’anno del suo primo centro di distribuzione in Abruzzo in cui saranno creati 1.000 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato entro tre anni dall’avvio dell’operatività. Negli ultimi anni, Amazon ha inoltre aperto vari centri e depositi in tutta la Penisola. Per servire i clienti Amazon Prime Now e Fresh, l’azienda dispone di quattro centri di distribuzione urbani a Milano, Roma, Torino e Bologna.
Oltre agli investimenti effettuati nella rete logistica, nel 2013 Amazon ha inaugurato il Customer Service di Cagliari e ampliato la sua sede centrale corporate milanese. Nel 2017, Amazon ha trasferito i suoi nuovi uffici (17.5000 metri quadri) nella zona di Porta Nuova a Milano, distretto emergente per il business. L’azienda ha inoltre aperto un centro di sviluppo a Torino per la ricerca sul riconoscimento vocale e la comprensione del linguaggio naturale che supporterà la tecnologia utilizzata per l’assistente vocale Alexa.
Oltre ai nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato che l’azienda continua a creare, Amazon supporta imprenditori e chiunque intenda avviare un’attività in proprio, digitalizzare un’attività già esistente, oppure espandere il proprio business attraverso vari programmi: utilizzando il marketplace per la vendita o affidandosi alla rete di distribuzione di Amazon per lo stoccaggio e la consegna dei prodotti con FBA (Fulfillment by Amazon). Le imprese italiane che vendono i propri prodotti su Amazon.it hanno creato oltre 50.000 posti di lavoro e nel 2020 hanno superato € 600 milioni in export.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.