Torta in faccia a Monna Lisa

L'atto teppistico ieri al Louvre. Nel 1911 un italiano la rubò

La Gioconda di Leonardo da Vinci bersaglio di un atto vandalico: un visitatore del Louvre  ha imbrattato con una torta il più famoso capolavoro della storia della pittura. Il vetro che lo protegge ha comunque impedito danneggiamenti.

Lo sfregio ieri al Louvre. Gli addetti alla sorveglianza del museo parigino hanno subito bloccato l’autore del gesto.
Il vandalo si è avvicinato al quadro su una sedia a rotelle – con parrucca e abiti da donna – e una volta vicino al quadro si è alzato e ha cosparso la panna, pare di una torta, comunque di un dolce.

Un gesto forse di carattere dimostrativo. Sarebbe stata impresa quasi impossibile danneggiare l’opera.
Proprio a causa della sua notorietà la Gioconda è stata più volte bersaglio di attacchi: nel 2009 un visitatore gli lanciò contro una tazza da tè che andò a infrangersi contro la teca di vetro. Negli anni ‘50 in due occasioni la Monna Lisa fu lievemente danneggiata da due attentatori che in diverse occasioni lanciarono verso il quadro dell’acido e un sasso.

LEGGI ANCHE  TIVOLI – Scompare 16enne, Riccardo non torna a casa da 6 giorni

L’episodio più clamoroso risale però al 1911 quando un immigrato italiano in Francia, Vincenzo Peruggia, riuscì a rubare la tela nascondendola sotto la giacca e portandola in Italia. Peruggia venne  arrestato quando cercò di vendere la Gioconda a un antiquario di Firenze.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.