MONTEROTONDO – Spaccia cocaina nel parcheggio dello stadio, preso pusher albanese

Il 19enne senza fissa dimora è in Italia da un mese: Il Tribunale lo libera perché incensurato

La sua presenza nel piazzale non era passata inosservata, tant’è che anche i residenti l’avevano segnalata al 112. E’ stato sufficiente appostarsi e verificare la situazione per beccare il pusher in flagranza di reato.

Così lunedì 28 novembre i carabinieri della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 19enne albanese senza fissa dimora da un mese e mezzo in Italia.

Secondo le prime informazioni raccolte dal quotidiano on line Tiburno.Tv, il blitz dei militari è scattato nel tardo pomeriggio in piazza della Resistenza, nel parcheggio ubicato tra lo stadio “Fausto Cecconi” e l’Istituto Tecnico “Gerolamo Cardano”.

Gli investigatori hanno notato il ragazzo “armeggiare” tra l’erba a ridosso di un muro di cinta e lo hanno fermato. Tra la vegetazione è spuntato un confanetto all’interno del quale erano nascoste 7 dosi di cocaina già pronte per essere cedute per un peso pari a circa 5 grammi. Nelle tasche del 19enne sono stati inoltre rinvenuti e sequestrati circa 700 euro considerati provento dell’attività di spaccio.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA – Avis, raccolta sangue nella piazza del Comune

Ieri mattina, martedì 29 novembre, il Tribunale di Tivoli ha convalidato l’arresto del giovane albanese concedendogli la libertà in attesa di processo essendo incensurato.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.