PALOMBARA SABINA - Servizi non svolti, il Comune rivuole 4 milioni e mezzo dalla Municipalizzata

L’amministrazione Palombi contesta 22 penali alla società al 60% privata e per il 40% pubblica

Per 9 anni ha gestito i servizi operativi e gestionali di supporto alle attività espletate dal Comune di Palombara Sabina. Dai tributi erariali all’urbanistica, dall’informatica e la telematica, fino ai servizi ambientali e cimiteriali pensava a tutto la “Municipalizzata Sabina Mu.Sa. Srl”, Società al 40% pubblica e per il restante 60% privata.

Oggi l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Alessandro Palombi ha presentato un conto salatissimo da 4 milioni e mezzo di euro per complessive 22 penali.

E’ quanto emerge dalla determina numero 8 – CLICCA E LEGGI LA DETERMINA -firmata giovedì 16 febbraio dal Responsabile ai Tributi Patrizia Lucarini. Con l’atto vengono elencate in maniera puntuale tutte le contestazioni sollevate in relazione agli inadempimenti perpetrati dalla società per l’intero periodo contrattuale tra il 2012 e il 2021, anno in cui è scaduto l’appalto e in cui i servizi vengono gestiti “In House” dal Comune.

Nella lista delle inadempienze al primo posto figura la mancata fornitura del Piano di lavoro annuale con relativo calendario di programmazione costata alla Municipalizzata 500 euro l’anno per 9 anni per un totale di 4.500 euro.

Segue la mancata fornitura di report di programmazione mensili per ogni servizio che secondo i calcoli del Comune costano alla “Mu.Sa.” una seconda penale da 162 mila euro.

C’è poi la mancata fornitura del rendiconto dettagliato delle prestazioni mensilmente svolte in 108 mesi di appalto, corrispondente ad una penale di 162 mila euro. Altri 1.500 euro di penale derivano dalla mancata nomina del Responsabile per ogni prestazione oggetto dell’appalto.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Ko al primo round: brilla Lorenzo Ratemi, il pugile con due lauree

Singolare contestazione è quella della mancata fornitura di un recapito telefonico con costante reperibilità diurna (dalle ore 6 alle 22) giorni festivi inclusi per i 9 anni d’appalto che potrebbero costare alla “Mu.Sa.” qualcosa come un milione 642.500 euro.

Altri 27 mila euro da pagare al Comune deriverebbero dalla mancata formazione del personale su aspetti giuridici e normativi per 9 anni. Mille euro l’anno per la mancata trasmissione dell’elenco contenente i nominativi del personale impiegato e delle relative mansioni, come previsto dal contratto d’appalto.

Tra le penali si contano anche i 18 mila euro per la mancata fornitura della giornata di formazione per ruoli manageriali del Comune, i mille euro per la mancata comunicazione della variazione intervenuta agli organi societari e dei fornitori, oltre ai 4.500 euro per la mancata comunicazione degli estremi delle polizze assicurative durante i 9 anni.

L’amministrazione del sindaco Alessandro Palombi contesta alla Municipalizzata anche la mancata fornitura e attivazione della piattaforma tecnologica con la conseguente decurtazione di 284.477,31 e il taglio di una somma identica per la mancata fornitura dell’applicativo WEB “People Satisfaction”.

Per quanto riguarda i servizi da rendere all’Ufficio Tributi, secondo il Comune di Palombara Sabina alla Municipalizzata non vanno riconosciuti 155.426 euro e 13 centesimi per la mancata fornitura del piano di lavoro, della programmazione e del rendiconto delle attività.

Allo stesso modo viene contestata la mancata comunicazione della nomina del Responsabile del servizio di prevenzione e protezione e degli addetti alla gestione delle emergenze con una penale di mille euro.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Cassa Commercialisti, Sonia Quaranta eletta nel Collegio sindacale

Sempre per quanto riguarda l’Ufficio tributi, il Comune intende applicare una penale pari a 155.426 euro e 13 centesimi per l’inidoneità degli uffici utilizzati da Mu.Sa.

Un’altra penale del medesimo importo per la ridotta apertura dell’ufficio al pubblico rispetto al progetto ed all’offerta tecnica. Terza penale della medesima cifra per la violazione dell’articolo 19 del contratto per l’esecuzione del subappalto per 9 anni.

E ancora.

Penale da 107.485,29 per la mancata fornitura delle tabelle statistiche ed analitiche bimestrali all’Ufficio Urbanistico-toponomastica- condono-usi civici-corpi idrici e catasto.

Penale da 328.500 euro per la mancata affissione della cartellonistica per informazioni ai cittadini all’ingresso interno dei cimiteri comunali. Altre due penali del medesimo importo vengono contestate alla Municipalizzata: la prima per la violazione dell’articolo 19 del contratto per l’esecuzione del subappalto, la seconda per la mancata istituzione di uno sportello front Office a supporto dell’Ufficio servizi cimiteriali-lampade votive.

L’ultima contestazione è di importo pari a 140.400 euro per la mancata presenza di un incaricato presso il cimitero nei giorni previsti dal contratto.

Un totale di 4 milioni 457.044 euro e 43 centesimi.

Intenzione del Comune di Palombara Sabina è di recuperare parte dell’importo, a parziale copertura del credito vantato, direttamente in sede di liquidazione delle fatture emesse dalla “Mu.Sa.”.

La diatriba sembra destinata a risolversi in Tribunale.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.