GUIDONIA – Siringhe usate davanti alla scuola, bambini in pericolo

Lettera aperta dell’Associazione della Polizia Penitenziaria

Da Franco Di Girolamo, Presidente della “Anppe – Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria Guidonia Tivoli” riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta agli amministratori pubblici del Comune di Guidonia Montecelio:

“Egregi rappresentanti delle istituzioni, Sindaco, assessori, eccetera eccetera!!

Mi rivolgo di nuovo a voi per esprimere la situazione che si presenta nella piazza antistante la scuola elementare di via Palermo a Guidonia Montecelio. La mia intenzione è di sensibilizzare le autorità competenti affinché vengano adottati provvedimenti immediati per affrontare i comportamenti ostili e pericolosi da parte di certe persone che frequentano la zona.

Desidero fare notare che molteplici lettere sono state inviate in passato su questa questione, tuttavia, non si sono ancora ottenuti risultati tangibili. Ciò è motivo di ulteriore allarme, specialmente alla luce degli eventi accaduti questa mattina. è stata rinvenuta una siringa proprio sotto l’obelisco situato nella piazzetta “Le Foibe”.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Rimpasto di giunta, FdI: "Bene la cacciata del Pd, ma Valentina Rinaldi non è la nostra assessora"

Questo evento mette ancora più in evidenza la necessità di un intervento tempestivo.
Altresì, devo sottolineare che questa mattina 22/11/2023 ho notato che sono state installate transenne per impedire l’accesso alla piazza in modo da creare difficoltà X accompagnare i propri figli e nipoti all’istituto scolastico. È inaccettabile che il divieto di accesso sia stato imposto a persone oneste e rispettose delle regole, mentre chi genera problemi e crea situazioni pericolose sembri proseguire indisturbato.
Chiedo, quindi, un impegno più deciso da parte delle istituzioni comunali per quanto riguarda questa situazione imbarazzante. È fondamentale garantire un ambiente sicuro per gli alunni, i loro familiari e il personale scolastico. Pertanto, vi chiedo di assumere i seguenti provvedimenti:
* Incrementare la sorveglianza: Installare telecamere nella piazza e nelle zone circostanti per individuare chi commette comportamenti ostili e prevenirne la ricorrenza. Questo consentirà di ottenere prove concrete sulle attività illegali o pericolose che si svolgono in quella zona.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Ospedale, la Lega: "Grazie a noi riaprono il Reparto Dialisi e il Pronto soccorso provvisorio"

* Incrementare la presenza delle forze dell’ordine: Aumentare il pattugliamento da parte delle forze dell’ordine nei pressi della scuola elementare, al fine di garantire la sicurezza e scoraggiare comportamenti illeciti.

*Coinvolgere attivamente la comunità: Promuovere iniziative educative sulla sicurezza e l’importanza del rispetto delle regole, coinvolgendo genitori, insegnanti e alunni nella campagna di sensibilizzazione.

Confidando nella vostra attenzione e collaborazione, vi ringrazio anticipatamente per l’impegno che avrete nel prendere provvedimenti a riguardo”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.