GUIDONIA – Abbandona i sedili dell’auto in strada, “zozzone” denunciato

Attraverso le fototrappole individuato il proprietario: aveva intestati oltre 50 veicoli

La continua attività di contrasto all’abbandono dei rifiuti in aree e spazi pubblici ha portato, al termine di un’attività d’indagine svolta dalla Polizia Locale, all’individuazione di un responsabile.

Lo annuncia in una nota l’amministrazione comunale di Guidonia Montecelio.

Attraverso le fototrappole, infatti, gli uomini diretti dal Comandante Paolo Rossi sono risaliti al proprietario del mezzo dal quale erano stati abbandonati, nei giorni scorsi, sedili di un’automobile e un sacco contenente rifiuti indifferenziati in località Tor Mastorta,

Le indagini prontamente avviate dal personale del Servizio Sicurezza e Infortunistica Stradale, attraverso l’esame delle immagini, hanno consentito di accertare che l’intestatario del mezzo, non residente nel comune di Guidonia Montecelio, era proprietario di oltre 50 veicoli.

LEGGI ANCHE  NEROLA - Pompe di sollevamento in tilt, Borgo senz'acqua da due giorni

A seguito dell’attività di osservazione predisposta dagli agenti, giovedì 6 giugno, un altro uomo è stato fermato in via Casal Bianco a bordo dello stesso mezzo risultando, ai controlli effettuati, sprovvisto di documenti personali, di patente di guida e della polizza assicurativa.
Si è proceduto alla sua identificazione, alla denuncia penale ai sensi del Testo Unico ambientale e alla contestazione delle altre sanzioni, oltre a porre sotto sequestro il veicolo.

Nei confronti del proprietario, si è proceduto anche per il reato di intestazione fittizia di autoveicoli.

“Mi complimento per l’attività svolta dal personale della Polizia Locale – dichiara il sindaco Mauro Lombardo -. Stiamo cercando, come Amministrazione comunale, di porre la massima attenzione all’azione di prevenzione e contrasto all’abbandono dei rifiuti nelle aree e negli spazi pubblici.

A questa attività si affiancherà, sempre di più, incrociando i dati in nostro possesso, quella dell’individuazione di quanti, pur usufruendo dei servizi, non risultano residenti nella nostra Città. Nuclei familiari e singole persone che, quindi, evadono anche la tassa sui rifiuti”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.