Guidonia – Al convegno “Quale città?” le proposte per valorizzare il territorio

Una pista per fare jogging e attività all’aria aperta, la sperimentazione di un mercato mensile e una convenzione tra Comune, associazioni e imprenditori per promuovere idee di sviluppo per il territorio. Sono tra i progetti presentati dall’associazione “La Città” durante il convegno “Quale città?”, un appuntamento che ha richiamato l’attenzione di decine di imprenditori della zona tra Guidonia e Tivoli, ospitato nella sede di Vallati Vetro. Tra il pubblico presente anche qualche volto noto della politica cittadina. Da Michele Pagano fresco di candidatura a sindaco a Sabatino Leonetti, e ancora da Mario Valeri a Paolo Ruggeri, partecipanti tra gli altri l’ex assessore tiburtino Alessia Valeri, il presidente del Rotary Club di Guidonia Moreno Guerrini, Cataldo Arcuri, papà di Manuela.
A far gli onori di casa Patrizio Valeri, presidente dell’associazione nata poco meno di due anni fa e che conta già oltre 130 associati: “Vogliamo essere protagonisti del territorio in cui viviamo. Dalla conoscenza e la denuncia dei problemi lavoriamo per portare avanti idee e soluzioni, proporre delle risposte alle esigenze dei cittadini. Noi siamo portatori di interessi diffusi e non partitici”.
Il ciclo degli interventi si è aperto con il saluto di Rinaldo Bertini che ha incoraggiato i soci presenti a partecipare ai lavori dei dipartimenti in cui è divisa la struttura dell’associazione, uno per ogni tema importante della vita cittadina.
Quindi è stata la volta delle proposte. Come quella di Marco Valeri per la realizzazione di un vero e proprio parco nei pressi dell’area La Sorgente con la creazione di spazi per le tante persone che si ritrovano in zona per fare jogging e attività sportive all’aperto. Un’idea diventata già progetto concreto con tanto di raccolta firme.
Il tema della riqualificazione di aree abbandonate è stato un po’ il tema conduttore di diversi interventi. Gino Cipriani ha presentato i risultati di un questionario effettuato tra i cittadini delle varie circoscrizioni di Guidonia e allargato anche ai paesi limitrofi, in cui si fotografa una città dai problemi infiniti: “Servizi e strutture non soddisfacenti, strade sporche, cultura insufficiente, pochi spazi per i giovani. Poco verde e tanto cemento, la metà degli intervistati lascerebbe la città”.
Lente d’ingrandimento su Villalba da parte di Pino Cela: “E’ necessario attivare un osservatorio sulla sicurezza per il quartiere – ha commentato -, ci sono molte cose da fare per rendere attraente questo territorio”.
Tra le proposte indirizzate al Comune anche l’istituzione di un mercato mensile “per stimolare il commercio e rendere un servizio ai cittadini”, l’idea presentata da Maria Grazia Bramosi.

 

Guarda le immagini

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  A24, code tra Castel Madama e Tivoli per un incidente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *