Elezioni, Nella Valle dell’Aniene la carica dei forestieri

L'Italia dei diritti sarà presente in 12 Comuni. L'obiettivo, introdursi nelle amministrazioni

Raccolgono le segnalazioni dei cittadini, e in nome della legalità, poi bersagliano le amministrazioni comunali contestando giardini sporchi, campi incolti, la raccolta dei rifiuti trascurata, ma anche sospetti inciuci. E’ partito dalla Valle dell’Aniene il tentativo di conquista politico di Italia dei diritti, un movimento ideato qualche anno fa dal giornalista di Ostia Antonello De Pierro, che denuncia da tempo di essere stato minacciato da un boss locale senza ottenere giustizia. Alle elezioni del 3 e 4 ottobre l’Idd presenterà una pioggia di liste con propri candidati in più piccoli centri. Come a Mandela, Cineto Romano, Sambuci, Anticoli Corrado, Canterano, Jenne, Riofreddo, Vivaro Romano, Vallinfreda, Casape, Rocca di Cave (e sul versante eretino Filacciano), mentre Rocca Canterano, Vallepietra e Percile. Il primo obiettivo dell’Italia dei diritti, considerato che le liste sono formate quasi esclusivamente da non residenti, è quello di garantirsi un posto in opposizione (in genere vincono le liste autoctone) per poi tentare di guadagnare poltrone cruciali in futuro.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Caro pedaggi: anche la Regione Lazio accanto ai Sindaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7s