Fiano Romano, litigano in casa e i carabinieri trovano un Kalasnikov

Arrestato bielorusso di 39 anni con l’accusa di detenzione illegale di arma da fuoco da guerra

I carabinieri intervengono per una lite in casa a Fiano Romano e trovano un Kalasnikov. E’ accaduto ieri sera in un appartamento in centro dove tre uomini, il padrone di casa e due ospiti, tutti bielorussi, si stavano picchiando per motivi non chiariti. La madre del proprietario di casa ha provato a tranquillizzare tutti, ma talmente inutilmente che a sua volta è stata pestata. Così è stato indispensabile l’intervento dei carabinieri arrivati dalla stazione di Mentana e Monterotondo. Durante il controllo dei militari è spuntato il mitragliatore perfettamente funzionante e dotato di 4 munizioni. Da qui l’arresto con l’obbligo dei domiciliari e l’accusa di detenzione illegale di arma da fuoco da guerra per il proprietario dell’appartamento, un cittadino bielorusso di 39 anni, con precedenti penali e in quel momento ubriaco. Per i suoi ospiti, invece, è scattata la denuncia con l’accusa di violenza privata.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  TIVOLI - Perde il controllo del Suv, si schianta contro il lampione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.