Attrice hard fatta a pezzi, svolta nel giallo del bresciano: arrestato il vicino di casa

Prima l'omicidio, poi il cadavere nascosto nel congelatore e quindi il sezionamento del cadavere: ora la confessione

Svolta nella notte per il giallo del bresciano. Un uomo di 43 anni del milanese ha confessato di aver ucciso Carol Maltesi, 25 anni, nota anche con il nome di Charlotte Angie, attrice promettente porno, il cui corpo era stato ritrovato domenica 20 marzo, in una scarpata a bordo di una strada interna della Valcamonica, a Borno, in provincia di Brescia. L’uomo, dopo un lungo interrogatorio in caserma, è stato fermato dai carabinieri omicidio volontario aggravato, distruzione e occultamento di cadavere.. Della donna erano scomparse le tracce da gennaio e ora si è capito perché.

L’uomo avrebbe tenuto il cadavere in un congelatore, per poi sezionarlo in almeno una quindicina di pezzi, chiuderlo in quattro sacchi neri e gettarlo tra i rovi.

LEGGI ANCHE  FONTE NUOVA – Oggi si potrà prenotare l'abbonamento Cotral in Comune: ecco come

L’impulso alle indagini della Procura — titolare del fascicolo il pm Lorena Ghibaudo — è stato dato da una segnalazione (pervenuta al sito locale bsnews.it ) attorno alla quale gli inquirenti hanno concentrato le verifiche. Il cadavere era stato identificato grazie alle immagini dei tatuaggi pubblicati proprio dal quotiamo web di Brescia.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.