GUIDONIA – Sigarette e Gratta e Vinci, ladri a segno nell’area di servizio

All’alba di oggi furto ai danni del “My Cafè” di via Casal Bianco. Un’escalation senza fine

Continua l’ondata di furti notturni a Guidonia Montecelio. L’ultimo assalto è avvenuto all’alba di oggi, mercoledì 29 aprile, ai danni del “My Cafè”, il bar tabacchi annesso all’area di servizio Tamoil in via Casal Bianco, la strada provinciale che unisce Settecamini a Villanova di Guidonia.

Secondo le prime informazioni raccolte dal quotidiano on line Tiburno.Tv, i malviventi sono entrati in azione verso le 4,30 del mattino, quando è scattato l’allarme collegato con l’Istituto di Vigilanza “SicurItalia” e una pattuglia di guardie giurate si è precipitata sul posto.

I banditi si erano già dileguati con Gratta e Vinci e centinaia di pacchetti di sigarette arraffati dopo aver forzato la saracinesca e la porta d’ingresso a colpi di piccone.

Il “My Cafè” era già stato svaligiato all’alba di giovedì 14 febbraio 2019 e con la stessa tecnica i ladri avevano fatto razzia di 654 pacchetti di sigarette, centinaia di Gratta e Vinci e decine di bottiglie di liquori, arraffando anche i contanti dalla cassa e da una slot machine divelta. Un bottino di almeno 13 mila euro che i malviventi furono costretti ad abbandonare sulla via della fuga rincorsi dalle guardie giurate della “SicurItalia” e dai carabinieri.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Allaccio abusivo, garage in fiamme: 8 famiglie evacuate

Il furto di stanotte è stato ripreso dalle telecamere di video-sorveglianza, le immagini verranno consegnate alla Polizia che indaga sul caso.

LA BANDA DELL’AUTO ARIETE, L’INCUBO DEI TABACCAI DELL’AREA TIBURTINA

L’ultimo assalto ad un bar tabacchi era avvenuto una settimana fa, all’alba di venerdì 22 aprile al “Bar Village”, il bar tabaccheria adiacente al concessionario “Auto Centri Roma Est” di via Maremmana Inferiore a Villa Adriana.

In quel caso il locale fu preso di mira con un’auto ariete e svaligiato di Gratta e Vinci “100X” e di svariati pacchetti di sigarette portati via all’interno di due cassonetti della raccolta differenziata “presi in prestito” all’esterno del locale.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Una pista da Rebibbia a Tivoli, il progetto del Comitato Ciclisti

La banda dell’auto ariete aveva già colpito lo scorso mercoledì 9 marzo, nella frazione di Villalba di Guidonia, in pieno centro abitato. In quel caso nel mirino era finito “Il Punto”, storica bottega di alimentari e tabaccheria in via Milano, nella zona dei Villini, inaugurata nel 1963 da Sesto Marcangeli e dalla moglie Luigia Scaldaferri.

Verso le 3,45 del mattino le telecamere di videosorveglianza avevano ripreso cinque uomini incappucciati mentre lanciavano in retromarcia per 5 volte una Fiat Panda blu contro la serranda e la vetrata d’ingresso per razziare decine di pacchi di Gratta e Vinci.

Oltre al danno, anche la beffa: Sesto Marcangeli e Luigia Scaldaferri abitano nell’appartamento sovrastante l’attività commerciale.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.