Turisti a Villa Adriana, il primo sito Unesco di Tivoli

A Villa d’Este e Villa Adriana olio e vino ai tempi dei romani

Oggi, 7 maggio, un sabato speciale negli orti estensi e tra gli uliveti dell'imperatore: ecco il programma

Sabato speciale a Tivoli in occasione della giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio, indetta dal Ministero della Cultura. L’istituto Villae coi suoi gioielli – Villa d’Este, Villa Adriana e Santuario Ercole Vincitore – organizzerà incontri e visite guidate per raccontarne il frammento dell’agro romano ancora intatto.

L’uliveto di Villa Adriana, rappresenta un tesoro di biodiversità: qui è possibile trovare sette varietà, che risalgono per lo più al XVIII secolo, di cui alcune davvero rare, espressione dell’ineguagliabile primato mondiale del nostro Paese, che vanta circa 700 cultivar. In quest’ottica rientra anche l’Olio Extravergine di Oliva Olea Hadriani IGP, prodotto con le olive raccolte a Villa Adriana in partnership con UNAPROL e Coldiretti Lazio.

Gli Orti Estensi di Villa d’Este, con il famoso vigneto di uva pizzutello, forse introdotta a Tivoli proprio dal cardinale Ippolito d’Este, che amava molto questa frutta particolare. Sembra che fatta impiantare nel giardino con l’intuizione di sfruttare il pendio ricco d’acqua della sua meravigliosa Villa.  Il cardinale-mecenate ne sarebbe stato davvero soddisfatto, il vigneto infatti, risulta ancora oggi produttivo per la vendemmia annuale.

LEGGI ANCHE  La dichiarazione dei redditi, online dal 23 maggio

Per il nostro Istituto, la valorizzazione di un territorio passa imprescindibilmente attraverso valori etici condivisi – dichiara il direttore Andrea Bruciati – Le Villae sono infatti un organismo articolato che copre casistiche varie, legate all’ambito paesaggistico: nel parco archeologico di Villa Adriana, nel giardino di Villa d’Este e in vaste aree dedicate ad attività produttive del Santuario di Ercole Vincitore vengono poste in essere strategie di preservazione e promozione di un ecosistema unico”.

PROGRAMMA
Villa d’Este, ore 11.30: “Conversazioni sul verde, il paesaggio e la tradizione agricola” con Andrea Bruciati (durata 30 minuti), ingresso con bigliettazione ordinaria (riduzioni e gratuità secondo normativa vigente). Evento gratuito con prenotazione alla biglietteria fisica di Villa d’Este entro venerdì 6 maggio. L’incontro si tiene con un minimo di 12 partecipanti. Appuntamento nel chiostro.

Villa Adriana, ore 16.30: Il sentiero degli ulivi (durata 30 minuti), ingresso con bigliettazione ordinaria (riduzioni e gratuità secondo normativa vigente), evento gratuito. Partenza dall’Edificio del Plastico.  Senza prenotazione.

LEGGI ANCHE  SANT’ANGELO ROMANO - Lotto, quaterna da sogno: chi è il fortunato?

Santuario di Ercole Vincitore, ore 16:00: Le attività produttive della città di Ercole (durata un’ora), ingresso con bigliettazione ordinaria (riduzioni e gratuità secondo normativa vigente), visita gratuita (massimo 30 persone – prenotazione consigliata).

Visita del Santuario di Ercole Vincitore con uno sguardo particolare agli aspetti produttivi dell’area nel corso dei secoli; dai percorsi della transumanza, all’attività dei mercanti tiburtini in questa zona, fino alla storia degli orti estensi, il percorso si prefigura come una piacevole passeggiata in uno dei siti archeologici più affascinanti della storia antica e moderna, in cui le produzioni agricole dell’antichità si mescolano con i paesaggi dell’età Rinascimentale e con il cambiamento d’uso dell’epoca industriale.
La visita didattica al Santuario può essere integrata con la Mensa Ponderaria di Tivoli aperta il sabato pomeriggio con orari contingentati dalle 17:00 alle 19:00. Per la Mensa è prevista prenotazione obbligatoria e acquisto del biglietto d’ingresso + visita didattica.

Informazioni su tariffe d’ingresso e prenotazioni: 0774.382733

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *