‏Guidonia Montecelio, Lombardo: “La Città deve diventare sicura. Servono azioni urgenti” (Articolo elettorale a carico del committente)

‏Il candidato sindaco del Nuovo Polo Civico, Lombardo: “Serve maggiore sicurezza. Sono necessari interventi a breve, medio e lungo termine, dallo sgombero del campo dell’Albuccione alle attività nelle scuole”.

‏Sicurezza e controllo del territorio dovrebbero essere al centro del programma elettorale di ogni coalizione. La cittadinanza, al contrario dell’Amministrazione comunale uscente, si è resa conto della brutta situazione in cui versa Guidonia Montecelio. Furti, rapine, aggressioni, atti vandalici e reati persecutori, vengono quotidianamente segnalati in ogni circoscrizione della Città.

‏“Ogni giorno – commenta il candidato sindaco del Nuovo Polo Civico Mauro Lombardo – leggiamo notizie o commenti sui gruppi social locali in cui si parla di criminalità. Questo non è tollerabile e le ricadute sono pesanti tanto sulla qualità della vita quanto sugli investimenti e, quindi, sui livelli occupazionali”.

‏“Una città insicura – prosegue Lombardo – è una città in cui si vive male, in cui il commercio deve affrontare maggiori problemi, in cui è più difficile portare investimenti. Noi guardiamo al futuro e vogliamo vedere una Guidonia Montecelio più sicura e più vivibile”.

‏La questione sicurezza sarebbe dovuta essere centrale nei programmi delle coalizioni ma, purtroppo, non è così. “In questo momento noi candidati possiamo solo avanzare idee e definire programmi. Quello che doveva essere fatto negli anni non è stato fatto ed oggi ci troviamo ad affrontare situazioni complicate e difficili da risolvere. Per questo proponiamo soluzioni a breve, medio e lungo termine”.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Sacco di rifiuti in strada, si schianta in moto: è grave

‏Nel dettaglio: “Immediatamente si dovrà intervenire per sgombrare il campo Rom dell’Albuccione. È un’area del nostro territorio totalmente illegale che sfugge a qualsiasi tipo di controllo ed in cui dominano degrado e criminalità. Un’area di cui tante volte hanno parlato giornali locali e nazionali. Un’area che crea problemi non solo all’Albuccione ma all’intera Città. Non si può più fare finta di nulla, occorre agire con fermezza nel pieno rispetto della legge e dei diritti di tutti. L’Amministrazione dovrà promuovere e coordinare un presidio h24 delle forze dell’ordine per riportare almeno la legalità all’interno del campo, evitando traffici illeciti e riciclaggio. Un passo concreto in direzione di un definitivo sgombero e bonifica della zona”.

‏“L’obiettivo a medio termine – prosegue Lombardo – è il potenziamento della rete di video sorveglianza. Ogni circoscrizione dovrà essere posta sotto controllo cominciando dai luoghi più sensibili, come le scuole ed i parchi, e dalle aree già degradate. Le immagini di questo impianto dovranno confluire in una control room presidiata h24 così da consentire l’intervento, rapido, delle forze dell’ordine in caso di necessità. Un sistema con queste caratteristiche ha, oggettivamente, dei costi importanti ma ci sono anche molte possibilità di finanziamento sovracomunale, a partire dalla Regione e dall’Unione Europea. Si possono investire anche i soldi che si risparmieranno dagli interventi di manutenzione per la sistemazione dei danni causati da vandali e ladri agli edifici pubblici. Inoltre il corpo di polizia locale dovrà essere riorganizzato così da garantire una maggiore presenza di agenti sulle strade guidoniane, in coordinamento con le necessità segnalate dai cittadini ai consiglieri delegati alle circoscrizioni. Sempre a medio termine il Comune dovrà fare pressione sugli enti preposti per far diventare, finalmente, il posto di polizia di Villalba un vero Commissariato e la tenenza dei Carabinieri una Compagnia”.

LEGGI ANCHE  Bimba uccisa, il papà: "Non è stato un raptus, ma crudeltà"

‏Servono, infine, progetti a lungo termine. “Negli istituti scolatici, ma non solo, andrà sistematicamente promossa la cultura della legalità e l’affermazione dei principi di coesione e convivenza civile. Inoltre la Città dovrà essere al più presto interessata da interventi di riqualificazione urbanistica. Andranno rimossi, al più presto, tutti quei fattori che concorrono alla marginalità e all’esclusione sociale”.

(Articolo elettorale a pagamento)

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.