GUIDONIA – Vecchi e pericolosi, via all’abbattimento di 25 alberi

Taglio e ripiantumazione di piante vincolate per 40 mila euro. A Colleverde nuove essenze al posto di quelle deceppate per l’asfalto

Sono stati piantati alcuni decenni fa, per cui oggi vengono considerati vecchi e pericolosi per l’incolumità di persone e cose.

Così il Comune di Guidonia Montecelio abbatte 25 alberature in 4 zone della città soggette a vincolo paesaggistico.

Lo prevede la determina numero 104 firmata mercoledì 20 luglio dal dirigente all’Ambiente Alberto Latini che ha affidato il servizio di abbattimento, deceppamento, ripiantumazione ed attecchimento alla “Eurogarden 2003 snc”, ditta specializzata de La Botte, ad un prezzo pari a 40 mila 205 euro e 10 centesimi.

L’intervento previsto dal settore coordinato dall’assessore all’Ambiente e vice sindaco di Guidonia Montecelio Paola De Dominicis, prende spunto dal censimento e dal progetto, redatto dal Dottore forestale e agronomo Aurelio Valentini, per il quale la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio ha rilasciato il nulla osta.

I 25 alberi da abbattere e sostituire con piante alte sei metri sono stati individuati a Setteville, Bivio, Montecelio e Guidonia Centro.

A Setteville, all’altezza dei civici 29 e 56 di Via Carlo Todini – presso l’Istituto Scolastico Garibaldi – la ditta effettuerà abbattimenti e deceppamenti di 3 esemplari prunus che ad ottobre verranno sostituiti con la ripiantumazione di altrettanti prunus avium.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Soluzione traffico, due rotatorie sulla Tiburtina

In Via dei Platani, 30, al Bivio di Guidonia, è previsto l’abbattimento di una robinia pseudoacacia e il deceppamento di altre due piante della stessa specie che la “Eurogarden” sempre ad ottobre sostituirà ripiantumando tre esemplari di pynus calleriana.

A Montecelio, tra Via della Lapide e Via Nuova, il progetto dell’agronomo prevede abbattimento e deceppamento di un ligustrum lucidum, di un platanus orientalis, di un ulmus minor e di una robinia pseudoacacia, che verranno sostituiti ad ottobre con 4 esemplari di acer campreste.

A Guidonia centro sono 15 gli alberi vecchi e pericolosi, anch’essi – come gli altri – in zona sottoposta a vincolo paesaggistico.

Così nell’Istituto Scolastico Leonardo da Vinci tra Via Giulio Dohuet e Via Baden Powell verranno abbattuti e tolti i ceppi di una robinia pseudoacacia e di un esemplare di thuja per essere sostituito con la ripiantumazione di due esemplari di quercius ilex (leccio).

Sempre a Guidonia centro, in Via Roma, 145 – proprio davanti al Comando della Polizia Locale – il progetto prevede abbattimento e deceppamento dei 4 storici esemplari di pinus pinea da sostituire con 4 platanus hybrida.

LEGGI ANCHE  Al CineMancini il Monterotondo Film Festival

Infine abbattimento ed eliminazione del cippo anche per i 9 esemplari di cupressum sempervirens piantati in Via Arturo Ferrarin, la strada adiacente al monumento in onore del Generale dell’Aeronautica militare Alessandro Guidoni. Ad ottobre i nove alberi verranno sostituiti con altrettanti esemplari di cupressum sempervirensen.

Pare che nelle ultime ore altri tre cipressi siano stati dichiarati vecchi e pericolosi dall’agronomo, pertanto si procederà con lo stesso trattamento.

Infine la ditta “Eurogarden 2003 snc” è incaricata anche delle ripiantumazioni di 31 alberi tagliati in Via Monte Bianco, a Colleverde secondo, durante i recenti lavori di rifacimento di marciapiedi e asfalto: 23 esemplari verranno piantati all’interno di aiuole già predisposte, ulteriori 8 piante verranno allocate in aree da individuare previa consultazione del Comitato di quartiere.

Secondo il progetto tutte le nuove alberature saranno alte almeno sei metri e sarà compito della ditta innaffiarle e garantirne l’attecchimento.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.