GUIDONIA – Un Museo nella scuola: applauso al Majorana dal MAXXI

Al progetto della scuola hanno partecipato la Buzzi Unicem e l'Aeronautica di Guidonia. Una delle opere dedicate a Chiara Greco, una studentessa precocemente scomparsa

PerArtEM, Permanent Art Exhibition at Majorana, lo spazio espositivo permanente dedicato ai lavori realizzati dagli studenti nel corso dei laboratori, cambia volto. E’ stato appena inaugurato il nuovo allestimento che raccoglie i lavori degli del triennio 19-22. Un progetto che attesta il polo liceale di Guidonia come un vero e proprio museo contemporaneo.

Federico Borzelli, responsabile del Pcto del MAXXI, il museo per le arti contemporanee di Roma, lo ha definito “uno dei migliori progetti realizzati nelle scuole”. Per lui il “Museo è inteso come cultura, punto di incontro per ragionare sul presente e sul futuro”, elementi tutti presenti nel PerArtEM di Guidonia. Per il preside Esubeio Ciccotti, il progetto innovativo di PerArtEM, è motivo di orgoglio come per il professore Roberto Ianigro il docente di Disegno e storia dell’arte, responsabile dello spazio espositivo.

Nel nuovo allestimento accanto ad ogni pannello sono collocati dei QR code che consentono l’accesso ad audio guide, siti dedicati e video. Basta accedere all’istituto per visitare il singolare “museo” d’arte contemporanea.

“L’Ombra della luce” realizzato con Buzzi Unicem

A catturare l’attenzione in particolare il progetto “L’ombra della luce”, tre manufatti in calcestruzzo interpretabili come “meridiane rotte” collocati due negli spazi esterni della scuola e uno nei giardini della Buzzi Unicem, sponsor e partner del progetto.

LEGGI ANCHE  Giorgia Meloni al G20 di Bali con la figlia. “Faccio la mamma come voglio”

La Meridiana 1, collocata nell’azienda di Guidonia, rimanda all’inizio delle attività produttive delle cementerie (6 ottobre 1941 alle ore 11.30), quindi a quell’ora e quel giorno di ogni anno il manufatto non produrrà ombra. Come gli altri due manufatti.

La Meridiana 2 ricorda la sessione orale dell’esame di maturità della studentessa del Majorana Chiara Greco (29 giugno 2019 alle 8.00) prematuramente scomparsa due giorni prima.

Mentre la Meridiana 3 è collegata al primato di volo ad alta quota con elica ottenuto dal colonnello Mario Pezzi a bordo dell’aeroplano Caproni partito dall’aeroporto Guidonia il 22 ottobre 1938 alle ore 9.50.

Gli altri progetti

Tra i progetti esposti “double desk trib[ut]”e ossia 24 installazioni didattiche effimere all’aperto allestite negli spazi esterni dell’istituto nei primi sei mesi del 2021, vincitore del premio internazionale Global Junior Challenge (dicembre 2021). E “TIB RO-LAB”, un modello di cultural business per Roma, primo classificato in risposta alla call with ideas Ro-Lab | Rome Live Art Lab, lanciata dall’Ambasciata degli Stati Uniti a Roma (luglio 2020).

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Ciak, si gira gratis: arriva la troupe di Federico Moccia

L’inaugurazione

Il nuovo spazio espositivo è stato inaugurato il 3 novembre. Tra i partecipanti Basilio Di Martino, generale dell’Aeronautica e al vertice del Comitato Centenario dell’Aeronautica Militare di Guidonia. L’alto ufficiale ha sottolineato l’importanza del progetto per la sua “capacità di coniugare l’ideazione e la realizzazione, il saper e saper fare. Ma anche di connettere in un unico manufatto spazio e tempo”.

Carlo Mariani, ricercatore dell’Indire, ha messo, invece, in evidenza la spiccata caratteristica innovativa dei singoli progetti in mostra.

All’evento anche un ex studente dell’istituto, Roberto Fioretti, ora architetto, che ha presentato un progetto di un edificio scolastico realizzato con Renzo Piano.

Tra gli altri partecipanti Giuseppe Paci, direttore della Buzzi Unicem di Guidonia; Alfonso Molina, direttore scientifico della fondazione Mondo Digitale e Ciro Vitale artista visivo e docente di discipline grafiche.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.