MONTEROTONDO – Insulti e botte all’italiano di colore, preso il branco

I Carabinieri denunciano un 21enne, un 20enne e due 17enni. Identificati grazie al Pitbull

Sono stati identificati e denunciati dai Carabinieri della Stazione locale, i presunti autori dell’aggressione a sfondo razziale avvenuta un mese fa, esattamente il 12 febbraio 2023, nel parcheggio della filiale della “Blu Banca”, in via Salaria a Monterotondo Scalo, ai danni di Danilo Da Graca Rocha, 31enne italiano di origini capoverdiane.

Si tratta di quattro ragazzi del posto, due dei quali maggiorenni (20 e 21 anni) già noti alle forze dell’ordine per atti di intemperanza ed atteggiamenti da “bulli”, mentre gli altri due sono addirittura minorenni (classe 2005).
Il “branco” quella notte aveva insultato e attaccato verbalmente il giovane con la frase “negro di m….” riferendosi al colore della pelle e poi, senza alcun motivo, si è passati al pestaggio fisico con una scarica di pugni al volto e su tutto il corpo (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO https://tiburno.tv/2023/02/12/monterotondo-negro-di-merda-pestato-litaliano-di-colore-caccia-al-branco/ ) mandandolo all’ospedale dove ha riportato una prognosi di dieci giorni per lesioni al torace, alla gamba ed al volto.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Fugge in Porsche sulla Tiburtina e si oppone ai poliziotti, arrestato

Un aggressione dai tratti simili a quella che provocò la morte di Willy Monteiro Duarte, il ragazzo di 21 anni ucciso durante un pestaggio il 6 settembre 2020 a Colleferro nel tentativo di difendere un amico in difficoltà. Ancora più similare se si pensa che la famiglia di Da Graca è amica della mamma di Willy.

La vittima aveva sporto denuncia indicando un particolare che è stato decisivo alla svolta nelle serrate indagini condotte dai Carabinieri: l’indicazione di un cane portato al guinzaglio da uno degli aggressori, descrivendone la razza Pitbull e le fattezza. Proprio seguendo questa “dritta” si è arrivati all’identificazione del gruppo di aggressori.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.