GUIDONIA – Ryder Cup, i cacciatori sparano davanti ai campi da golf

Blitz della Forestale nelle campagne di via Marco Simone: denunce, sequestri e multe

Colpi di arma da fuoco avvertiti nitidamente dalla strada. Cartucce in bella mostra sui sedili di auto lasciate in sosta nei parcheggi destinati ai visitatori.

All’evento mancano ancora tre settimane, ma i primi assaggi della stagione venatoria sembrano rappresentare un pericolo per la “Ryder Cup”, il torneo mondiale di golf che si disputa ogni due anni e che dal 29 settembre al primo ottobre si svolgerà presso il “Golf Club Marco Simone”, a Guidonia Montecelio.

Cacciatori sorpresi nelle campagne di via Marco Simone davanti all’impianto della Ryder Cup

E’ quanto emerge dai controlli svolti sabato 9 e domenica 10 settembre da parte dei Carabinieri Forestali della stazione di Guidonia nelle campagne a ridosso di via Marco Simone, a poche centinaia di metri dall’impianto di golf sul quale si sfideranno giocatori statunitensi ed europei.

Il bilancio è di due cacciatori denunciati e un terzo multato, senza contare i fucili e le munizioni sequestrate insieme alla fauna abbattuta abusivamente.

Secondo le prime informazioni raccolte dal quotidiano on line della Città del Nordest Tiburno.Tv, sabato 9 settembre nella rete dei militari è finito un 74enne italiano residente a Villalba di Guidonia. L’anziano è stato sorpreso nelle campagne che da via Marco Simone si estendono verso Settecamini, con due tortore dal collare appena abbattute.

LEGGI ANCHE  Come funziona la rottamazione auto Roma Gratis

Il fucile e le due tortore sequestrati dai Carabinieri Forestali ad un 74enne di Villalba di Guidonia

Si tratta di una specie non cacciabile volgarmente detto colombo, che non teme l’uomo e si lascia avvicinare, sfruttando la vicinanza per mettersi al sicuro da alcuni suoi predatori naturali.

Per questo il 74enne villalbese è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Roma per caccia di specie non cacciabili e si è visto sequestrare il fucile, un Benelli calibro 12, e dieci munizioni insieme alle due tortore dal collare cacciate abusivamente che i militari hanno donato alla parrocchia di San Giuseppe Artigiano a Villanova di Guidonia.

Nella stessa giornata di sabato 9 settembre i carabinieri Forestali hanno notato una Mercedes in sosta nei parcheggi destinati a turisti e visitatori della Ryder Cup, appena realizzati nella campagna a ridosso di via Marco Simone con pannelli metallici bianchi.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Codice Rosso, gli allievi della Penitenziaria a lezione dai colleghi della Polizia

Attraverso i finestrini chiusi della Mercedes i militari hanno scoperto sui sedili posteriori una cartucciera con 30 munizioni e a quel punto è scattato l’accertamento.

I Forestali hanno così individuato il proprietario dell’auto in un 53enne italiano residente a Guidonia, nei confronti del quale è stata sporta denuncia alla Procura di Roma per omessa custodia delle munizioni.

I controlli nelle campagne a ridosso del “Golf Club Marco Simone” sono proseguiti anche domenica 10 settembre, quando è stato fermato un cacciatore italiano di 77 anni residente nel quartiere romano di Montesacro.

L’anziano non aveva ancora abbattuto alcun volatile, ma si era ben guardato dall’annotare la giornata di caccia nel proprio tesserino venatorio, una violazione amministrativa che gli è costata una sanzione pecuniaria da 154 euro.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.