TIVOLI – Spartan Ultra, Lucia Di Rienzo vince la gara più dura d’Europa

Ad Andorra la 37enne atleta tiburtina supera 60 ostacoli su 51 chilometri in salita

Da due anni a questa parte ha abituato il pubblico a risultati eccezionali, ma stavolta è riuscita in un’impresa quasi impossibile.

Percorrere in velocità 51 chilometri con 4000 metri di dislivello, tra salite verticali e discese molto tecniche, superando qualcosa come 60 ostacoli.

Lucia Di Rienzo durante la “Spartan Ultra Andorra” vinta sabato scorso

Così sabato 8 giugno Lucia Di Rienzo ha fatto razzia di titoli alla “Spartan Ultra Andorra”, la gara piu dura d’Europa nello Spartan Race, uno sport estremo per “uomini duri” che aiuta gli umani a diventare infrangibili, cimentandosi in competizioni epiche per le difficoltà da affrontare prima di tagliare il traguardo.

Licia ha percorso 51 chilometri in salita in 10 ore 30 minuti e 41 secondi superando 60 ostacoli

La 37enne atleta tiburtina, tesserata della “Molon Labe” e sponsorizzata dal marchio “+ Vista”, ha tagliato il traguardo in 10 ore 30 minuti 41 secondi, aggiudicandosi il secondo posto nella categoria Elite e il podio più alto nella Categoria 35-39 anni.

LEGGI ANCHE  Viaggia sul Gra con 17 chili di marijuana, a casa ne aveva 39 di hashish

Un titolo, quest’ultimo, che le spalanca le porte della qualificazione al Mondiale Ultra che si terrà a Morzine in Francia il prossimo 5 luglio.

Il successo raggiunto sui Pirenei sabato scorso rappresenta l’ennesima conferma di uno stato di grazia straordinario per Lucia Di Rienzo, che ad Andorra ha dato prova di forza fisica nel trasportare sacche di sabbia, secchi e catena, dimostrazione di abilità nel giavellotto ma anche di una eccezionale forza mentale e di volontà nell’attraversare fiumi e nel superare ostacoli in sospensione ed equilibri.

Va considerato, infatti, che ogni ostacolo fallito comporta una penalità di trasportare una catena di 30 chili per un tratto di strada.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Trasbordo rifiuti davanti al cimitero, scatta il divieto di sosta

Per riuscire in tutto ciò l’atleta tiburtina residente a Foligno si è sottoposta ad una preparazione di 6 mesi con allenamenti lunghi e doppi allenamenti giornalieri, una preparazione durissima, sia fisica che mentale, in cui è stato fondamentale l’aiuto di Marco Paliotta, atleta di Spartan Race e istruttore di Trail Running.

Prossimi obiettivi di Lucia Di Rienzo?

Vincere il Campionato italiano con la finale che si terrà a settembre a Misano Adriatico e la finale del Mondiale che si terrà a dicembre ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti.

Il sogno è bissare il successo del 2022, quando si laureò “Regina” dello Spartan Race (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

“Ringrazio tutti gli sponsor che mi hanno sostenuta – commenta Lucia Di Rienzo – e che ancora credono in me”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.