GUIDONIA – Elezioni, Filippo Silvi contro il Pd: “Rinnegati”

Il candidato più votato della Lista Cuccuru si smarca dall’accordo col Polo Civico: “Inciucio per interessi personali”

Da Filippo Silvi, candidato della Lista “Con Alberto Cuccuru Sindaco” alle elezioni amministrative di Guidonia Montecelio e capolista da 370 preferenze, riceviamo e pubblichiamo:

La nostra candidatura nella lista di Alberto Cuccuru è nata come tentativo di riportare in consiglio comunale la voce della sinistra che manca da troppo tempo dalle istituzioni cittadine, una voce popolare e non populista che ha sempre cercato di portare servizi essenziali ai cittadini.

Ringraziamo della fiducia che nuovamente in molti ci hanno accordato, nella certezza di non tradire i nostri ideali e il nostro elettorato, dissentiamo fortemente dalle scelte operate in questi giorni in vista del prossimo ballottaggio da parte del Partito Democratico che così facendo, rinnega i propri valori e dissolve qualsiasi tentativo anche futuro di creare una coalizione di Centrosinistra vincente.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Elezioni, Masini e Lombardo chiudono la campagna elettorale

Scegliendo invece di far parte di una grande ammucchiata tenuta insieme da interessi anche contrastanti, calpestando senza alcun ritegno la volontà dei propri elettori e militanti che ancora una volta si vedono costretti a subire decisioni calate dall’alto che vanno contro la storia e i valori fondanti della sinistra.

Non merita commento chi si è presentato come scardinatore di questo sistema per poi rivelarsi rapidamente parte di esso con accordi di piccolo cabotaggio.

Pur riconoscendo il valore dell’arte del compromesso, esso deve essere alto, riconoscibile e comprensibile da tutti quando cosi non è si tratta di inciucio.

Già in molte occasioni l’elettorato di sinistra è stato costretto a scegliere il meno peggio. Questa volta non c’è in campo un meno peggio da scegliere. Tra due schieramenti di destra la scelta più nobile è non scegliere e fin da subito ripartire nell’organizzazione di un fronte autenticamente popolare, eco-socialista e alternativo alle forze politiche e civiche in campo nella nostra città, capace di riportare all’impegno politico le moltitudini che se ne sono allontanate sempre più deluse da politiche e politicanti lontani dall’interesse collettivo”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.