Invasione di cinghiali, spray anti-zecche per la Polizia Provinciale

La Città Metropolitana acquista 150 flaconi di repellente dei parassiti: i suini ne sono i principali vettori

A guardarli fanno anche simpatia, ma non tutti sanno che i cinghiali sono tra i principali vettori di zecche. Insetti fastidiosi, le punture dei quali possono essere pericolosa per la salute dell’uomo.

Per questo la Città Metropolitana di Roma Capitale ha deciso di tutelare gli agenti della Polizia Provinciale dotandoli di uno spray repellente dei parassiti. Così venerdì 15 luglio il dirigente alle Finanze Luigi Maria Leli ha affidato la fornitura di 150 flaconi spray anti-zecche alla ditta “Ecofast Sistema srl” di Roma.

L’acquisto fa seguito alla richiesta da parte della Direzione della Polizia Locale della Città Metropolitana di Roma Capitale, richiesta derivante dall’esigenza di garantire la sicurezza degli agenti che operano in ambienti dove è possibile entrare in contatto con le zecche, in particolare modo gli agenti che dovranno occuparsi del problema cinghiali.

LEGGI ANCHE  MONTEROTONDO - Viabilità, ampliamento da 150 mila euro per via Tirso

Vale la pena ricordare che i vettori principali delle zecche sono gli ungulati, ossia cervi, caprioli e gli stessi cinghiali, il numero dei quali negli ultimi anni è aumentato parecchio, a tal punto da invadere le città. Per cui le zecche arrivano anche in pianura.

La zecca di per sé non è pericolosa per l’uomo, lo sono invece virus e batteri che l’insetto può trasportare all’interno del suo stomaco.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.