GUIDONIA - Fuochi pirotecnici e abiti contraffatti, maxi sequestro delle Fiamme Gialle

Blitz nell’area industriale di Guidonia, denunciati due italiani e un cinese

Ennesimo blitz messo a segno dal Nucleo Mobile della Guardia di Finanza di Guidonia Montecelio.

Ieri, giovedì 23 marzo, le Fiamme Gialle hanno sequestrato un ingente quantitativo di “botti” e di abiti contraffatti all’interno di un capannone ubicato nell’area industriale della Città dell’Aria.

Secondo le prime informazioni raccolte dal quotidiano on line Tiburno.Tv, da giorni gli investigatori diretti dal Tenente Lorenzo Bernardi avevano notato un insolito via vai nel magazzino e hanno deciso di intervenite.

All’interno sono stati rinvenuti 500 chilogrammi di fuochi pirotecnici stoccati in maniera pericolosa e oltre 41 mila capi di abbigliamento con l’etichettatura della composizione non veritiera.

Un eventuale incendio all’interno del capannone magazzino avrebbe potuto realizzare l’ennesimo danno ambientale senza contare i molteplici rischi che avrebbero corso tutti gli operatori dei magazzini adiacenti. I militari hanno denunciato alla Procura di Tivoli due cittadini italiani e un cinese.

LEGGI ANCHE  MONTEROTONDO - Scappa dai carabinieri e travolge due auto, albanese arrestato e liberato

Il sequestro di ieri rientra nell’ambito dell’attività di controllo, prevenzione e repressione dei reati in un territorio di 48 Comuni di competenza del Gruppo delle Fiamme Gialle di Guidonia diretto dal Maggiore Simone Vastano.

La presenza della Guardia di Finanza nella nuova struttura di via Tiburtina a Guidonia favorisce in maniera incisiva il contrasto alle violazioni che caratterizzano un territorio fortemente industrializzato.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.