GUIDONIA – Area verde invasa da escrementi, il Comune vieta l’ingresso ai cani

L'amministrazione vuole garantire ai bambini di giocare in sicurezza

E’ una lingua di terra all’interno del centro abitato, dove in troppi portano a passeggio i cani, qualcuno al guinzaglio e qualcun altro no. Tutti rigorosamente senza sacchetto per raccogliere le deiezioni.

Così è diventata una latrina a cielo aperto l’area verde di proprietà comunale ubicata all’angolo tra via Poggio Belvedere e via Poggio Cesi, a Poggio Fiorito, frazione di Colleverde, quartiere di Guidonia Montecelio.

Per questo mercoledì 11 ottobre con l’ordinanza numero 44 – CLICCA E LEGGI L’ORDINANZA– il dirigente all’Ambiente Annalisa Tassone ha imposto il divieto di ingresso ai cani per garantire l’igiene e la salute pubblica e la libera fruizione del Parco da parte dei bambini in totale sicurezza.

LEGGI ANCHE  MONTEROTONDO - Elezioni, il Movimento 5 Stelle candida a sindaco Angelo Capobianco

Il drastico provvedimento fa seguito alle numerose segnalazioni dei cittadini di Colleverde circa l’abbandono indiscriminato di deiezioni canine all’interno dell’area verde comunale, l’unica nella zona di Poggio Fiorito.

Il Comando della Polizia Locale è incaricato di vigilare e controllare che l’Ordinanza venga rispettata dai proprietari dei cani.

Si tratta del secondo divieto di ingresso ai cani imposto dall’amministrazione nel quartiere (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

Per la presenza di deiezioni canine mercoledì 11 ottobre 2023 con l’ordinanza numero 350 – CLICCA E LEGGI L’ORDINANZA– il dirigente all’Ambiente Annalisa Tassone aveva vietato ai cani nel parco comunale “Giovan Battista Mocata” di via Monte Gran Paradiso, sempre a Colleverde.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.