GUIDONIA - Gambizza il rivale nel cortile condominiale, lituano arrestato

Il 39enne accusato di tentato omicidio: la pistola non si trova

Custodia cautelare in carcere per il 39enne lituano che al culmine di una lite ha gambizzato un 46enne italiano (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

Lo ha disposto la Procura di Tivoli.

Sul fatto, avvenuto nella tarda serata di lunedì 3 giugno nel cortile del complesso di case popolari di piazza Aldo Moro all’Albuccione di Guidonia, indagano gli agenti del Commissariato di Tivoli: gli investigatori diretti da Paola Pentassuglia ascolteranno altri testimoni che l’altra sera erano presenti alla zuffa scoppiata tra i due per motivi ancora sconosciuti.

Secondo la prima ricostruzione, verso le 23 il 46enne italiano residente a Tivoli Terme e il 39enne lituano già noto alle forze dell’ordine hanno ingaggiato un acceso diverbio, ma al culmine della lite il cittadino straniero ha estratto una pistola di piccolo calibro esplodendo un colpo alla gamba destra del rivale e dandosi immediatamente alla fuga.

LEGGI ANCHE  TIVOLI – Casal Bellini, divertimento e buon cibo: la Festa del Fontanile è da sold out

La vittima è stata soccorsa dai presenti, tra cui il figlio 16enne della vittima.

Trasportato in ambulanza con una ferita all’altezza dell’inguine all’ospedale “Sandro Pertini” di Roma, il 46enne è stato sottoposto a intervento chirurgico ed è stata estratta l’ogiva di una pistola calibro 22.

La prognosi è di 40 giorni.

I poliziotti hanno perquisito la casa popolare occupata dal 39enne lituano, ma l’arma utilizzata non è stata rinvenuta.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.