SAN POLO DEI CAVALIERI – Blitz nel capannone abusivo, chiuso il deposito di ricambi usati

Il Comune ordina ad un artigiano africano la cessazione dell’attività non autorizzata

Ha aperto un deposito di ricambi usati in un capannone abusivo, senza uno straccio di permesso.

Così il Comune di San Polo dei Cavalieri ha imposto a Mohamed Mahmoud Abdelmajid G. la cessazione delle attività di deposito e commercio all’ingrosso di parti e accessori di autoveicoli presso l’impianto di Via di Valle Pantana in località “Valle Mela”.

E’ quanto emerge dall’ordinanza numero 50 –CLICCA E LEGGI L’ORDINANZA– firmata martedì 4 giugno dal dirigente del Settore Tecnico del Comune di San Polo dei Cavalieri Giovanni Ciucci.

Il provvedimento fa seguito all’ispezione effettuata il 15 aprile scorso dai Carabinieri Forestali del Nucleo di Palombara Sabina: i militari accertarono che nell’area di sua proprietà erano state realizzate abusivamente alcune opere edilizie realizzate abusivamente e che Mohamed Mahmoud Abdelmajid G. svolgeva attività di deposito e commercio all’ingrosso di parti e accessori di autoveicoli.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Troppo traffico, vietato sostare più di un'ora in via Maremmana

Circostanza, quest’ultima, accertata anche dalla Polizia Locale in assenza di presentazione della necessaria Segnalazione certificata di inizio attività (S.C.I.A.) allo sportello SUAP competente, violazione per cui è prevista la sanzione da 7.500 a 22.500 euro e la contestuale chiusura dell’attività.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.