Roberto Baggio picchiato e rapinato in casa durante Spagna-Italia

L'ex pallone d'oro colpito in fronte dai banditi col calcio della pistola

Gli sono piombati in casa armati e pronti a tutto, mentre davanti alla tv guardava la partita Italia-Spagna.

Così nella tarda serata di ieri, giovedì 20 giugno, cinque malviventi hanno rapinato e ferito Roberto Baggio nella sua villa nella tenuta agricola, ad Altavilla Vicentina, al centro di un grande appezzamento di campagna e boschi.

Secondo quanto riferiscono i siti di informazione locali, l’aggressione ha avuto inizio verso le 22 e sarebbe durata circa 40 minuti.

Baggio avrebbe cercato di fermare i malviventi, ma uno di loro lo avrebbe colpito in fronte con il calcio di una pistola, dopodiché il campione e i suoi familiari sono stati chiusi in una stanza.

Quando la banda ha lasciato la casa, Baggio ha sfondato la porta e ha chiamato i carabinieri.

Sono stati portati via valori, gioielli e orologi.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Case popolari, aggiornata la graduatoria per assegnare gli alloggi

L’ex pallone d’oro è stato portato nella notte al pronto soccorso di Arzignano, dove gli sarebbero stati applicati alcuni punti di sutura. Una volta dimesso, si è recato presso una caserma dei carabinieri per essere ascoltato.

“Innanzitutto desideriamo, io e la mia famiglia, ringraziare tutti per il grande affetto ricevuto. Davvero grazie”. Sono le prime parole che Roberto Baggio ha rilasciato all’agenzia ANSA tramite il suo storico manager, Vittorio Petrone.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.