Genitori contro l’uscita dell’Elementare su via Regina Elena e in lotta per palestra

 
Tale decisione, però, secondo molti residenti e genitori interessati rischia di provocare Anche la previsione di ovviare ad eventuali problemi di traffico e/o sicurezza istituendo un divieto di sosta nella zona rischia di comportare ulteriori problemi, perché il maggior traffico e la necessità di trovare nuovi parcheggi andranno a ripercuotersi negativamente sulle zone di Marcellina adiacenti via Regina Elena.
è necessario considerare, inoltre, i problemi che inevitabilmente ci saranno per i residenti e per i commercianti della zona a causa del divieto di sosta previsto per una fascia oraria (dalle 8 alle 16,30) sproporzionata rispetto alle reali esigenze legate all’ingresso-uscita degli alunni di Marcellina.
Sui motivi di pubblica sicurezza a via Regina Elena e sul ripristino della palestra comunale nell’edificio comunale a piazza Cesare Battisti, spazio inagibile da anni, venerdì 28 settembre è stata indetta una petizione popolare da parte di un gruppo di genitori. Ebbene su tali punti di criticità sono state raccolte circa duecento firme. Su tutti la voce di due cittadini, genitori e nonni, che nell’occasione hanno affermato: «A nostro avviso si tratta di una questione di priorità. Per far spazio ai nuovi uffici comunali non si possono creare disagi sui nostri figli che frequentano la scuola Elementare – sostengono in coro Alessandro Marulli e Gianfranco Mazzani, residenti a Marcellina – Inoltre, non è ammissibile che per tutte le classi dalla Prima alla Quinta non ci sia neppure una palestra comunale».
Finora, infatti, gli alunni sono costretti a fare le lezioni di scienze motorie e sportive nei corridoi o nelle stesse classi per manifesta mancanza fondi per la ristrutturazione della palestra.
Per dovere di cronaca, inoltre, giovedì 27 settembre si è tenuta una riunione presso la sala consiliare tra il dirigente del servizio Pino Passacantilli e alcuni genitori degli alunni frequentanti la scuola dell’Infanzia e della Primaria. Tra gli argomenti in questione la fruizione del servizio mensa e dello Scuolabus. A tale incontro i genitori avevano auspicato la presenza del sindaco Nicotera e quella dell’assessore alla Pubblica istruzione Mario Cecchetti, soprattutto per avere delle risposte in merito all’ordinanza sulla Scuola. Passacantilli ha coscienziosamente evitato di addentrarsi nell’argomento-ordinanza, considerata la sua carica non politica all’interno del comune di Marcellina.
I genitori dell’Elementare in settimana continueranno a raccogliere le loro firme ed attendono comunque di essere ricevuti dal sindaco per ulteriori chiarimenti e rassicurazioni.  

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  CASTEL MADAMA - Si strappa il braccialetto elettronico e va al bar: arrestato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *