Un esecutivo di Draghi

A mali estremi, estremi rimedi il sistema-italia scatena la legione d’onore

 

Erano anni che il presidente della repubblica Onorevole Sergio Mattarella teneva questa soluzione come extrema ratio e ora l’ha dovuta mettere in campo. Ha spiegato agli italiani che l’ipotesi democraticistica delle elezioni, pur giusta, doveva essere scongiurabile: “negli altri paesi dove si è andati regolarmente allo scrutinio il numero dei contagiati è aumentato”. La soluzione offre una scialuppa di salvataggio a quelli di Forza Italia che stavano stretti in una logica di centrodestra in cui si vedevano minoritari sia come numeri sia ideologicamente. Dà una possibilità anche a Salvini di apparire meno orco anti-europeista di quanto ha detto fino a poco tempo fa. La disponibilità dei Cinque Stelle (o almeno di quel che rimane di loro) e quella del Pd è piena. Non si facciano illusioni gli amici di Matteo Renzi. Nella chiusura draconiana di certi conflitti interni a pagare sono sempre i due contraenti. Esce di scena, al momento, Giuseppe Conte, ma anche Matteo Renzi dovrà prevedere qualche viaggio in più in Medio Oriente per conferenze con le quali guadagnarsi la stozza. Difficilmente avrà una nuova stagione politica. La sua credibilità tra gli interlocutori politica scesa al di sotto di ogni decenza, quella nell’elettorato è di non eleggibilità. I suoi dovranno cambiare casacca, inventarsi una nuova stagione, se vorranno fare ancora politica. Si tratta di una conclusione quella prospettata stasera dal presidente della repubblica che ci fa stare meglio dentro l’Europa smantellando quella neghittosità che di tanto in tanto riaffiorava. I famosi 209 miliardi ce li hanno affidati loro. Dovremo dimostrare di programmare progetti credibili che saranno finanziati a step, gradualmente, in verifica degli obiettivi programmatici ottenuti. Mario Draghi a garanzia di questa operazione. E a guardar bene in Italia non c’era altra risorsa da mettere in campo, nessun’altra competenza paragonabile alla sua, nessun’altra autorevolezza che gli si può avvicinare. Prima di farci commissariare il commissario ce lo siamo dati da soli.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *