Nuova soglia per stabilire la Zona Gialla

Cinquanta nuovi contagi settimanali ogni centomila abitanti - il limite da non valicare, pena il ricadere nelle restrizioni

È il nuovo criterio con cui dalla settimana che ha inizio il 26 luglio si potrebbero ridefinire i parametri di accessibilità degli spazi negli ambiti delle specifiche regioni.

50 nuovi contagi ogni 100mila abitanti – E di certo il Lazio è la regione che più delle altre è soggetta ad entrare in regime di Zona Gialla. Ma sono i tassi di ospedalizzazione quelli che saranno determinanti per prendere le decisioni del caso.

I ragazzi sono quelli più coinvolti in questa nuova impennata, che al momento guarda quasi esclusivamente i contagi – anche se una leggera accentuazione c’è anche nei decessi e nelle ospedalizzazioni.

La media dei contagiai è scesa ai ventotto anni. Quasi tutti asintomatici o paucisintomatici. Ma, certo, anche se non hanno direttamente relazione con le ospedalizzazioni possono comunque determinarle essendo un fattore di contagio nelle rispettive famiglie. Tutte le autorità sanitarie ricordano infatti che esistono ancora due milioni e mezzo di vaccinati con più di sessanta anni di età.

LEGGI ANCHE  Covid, dopo sei mesi dalla seconda dose l'effetto si affievolisce

Ogni ragionamento sulla Green Pass dovrà attuarsi in questo fatidico 26 luglio. Potranno accedere a questo riscontro solo coloro che hanno completato il ciclo di vaccinazione, chi è guarito o chi ha effettuato il tampone ed è negativo. Quest’ultimo riconoscimento varrà nelle sole quarantottore precedenti all’esibizione della Green Pass.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7s