La Fontana di Gemma e la locomotiva

L’abbattimento avrebbe portato alla luce la fontana e la proprietaria della struttura: Teresa Sterlik in Ginotti, consente al Comune di realizzare una nicchia per la nuova sorgente.

La Fontana di Gemma, dato che versava acqua sempre molto fresca, era molto nota nei tempi passati. Il suo nome deriva da una levatrice della zona e la sua scoperta risale al 1884 quando un pezzo del palazzo viene abbattuto, per fare spazio al transito di una locomotiva destinata alla stazione di Tivoli. Il treno serviva per collegare l’antica Tibur e Mandela. L’abbattimento avrebbe portato alla luce la fontana e la proprietaria della struttura: Teresa Sterlik in Ginotti, consente al Comune di realizzare una nicchia per la nuova sorgente. Una seconda versione di questa storia non è legata alla casualità. L’architetto Francesco Marvardi avrebbe compiuto una relazione tecnica per la realizzazione di una fontana prima del passaggio della locomotiva, nel 1879. Quindi, esistono due versioni per lo storico luogo tiburtino. Invece “Hai dato tu fuoco alla Fontana di Gemma?” era una frase, legata alla tradizione, ripetuta ai bambini fino allo scorso secolo.

LEGGI ANCHE  Monterotondo - Anche quest'anno niente festa per Sant'Antonio Abate

FGI

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *