GUIDONIA – Mostra Micologica a Montecelio, è un trionfo di funghi

Successo per la 35esima edizione del festival ideato dall’esperto ottuagenario Costantino Giubilei

Micologi, raccoglitori patentati, amanti del fungo, alunni del Comprensivo, tutti insieme appassionatamente, nella storica kermesse di Montecelio dedicata alla micologia dal vivo.

È stata un successo la 35esima edizione la Mostra Micologica di Montecelio, evento ideato e diretto dal vulcanico e inossidabile fotografo e micologo Costantino Giubilei.

Se l’imperatore Costantino diffuse il Cristianesimo nell’Impero romano, il nostro locale Costantino ha diffuso la conoscenza e l’amore per il mondo micologico tra generazioni di alunni, nell’ampia area geografica del terzo comune del Lazio, per oltre trent’anni.

Alla mostra micologica partecipano ogni anno, da trentacinque anni, raccoglitori (ovviamente tutti formati e patentati) provenienti da diverse aree del Lazio con sconfinamenti in Abruzzo, micologi, dottori, naturalisti, antropologi, studiosi di antropologia, etnologi, maestranze del teatro popolare e qualche storico del cinema.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Città più pulita, 5 mila euro per decespugliare Ponte della Pace e aree protette

 

La Mostra Micologica di Montecelio, organizzata dalla Pro Loco e ospitata nel bellissimo lavatoio di via Santa Maria, è strutturata in forma di competizione: ogni concorrente presenta il proprio “cesto” e si sottopone al giudizio di una Giuria.

Nelle ultime edizioni, però, essendo la qualità dei cesti molto elevata il direttore Costantino Giubilei, ha giustamente pensato di sgravare la Commissione di un notevole peso, optando per una premiazione di tutti i partecipanti.

Come funziona per i corsi di aggiornamento dei docenti.

Tutti i partecipanti ricevano una coppa. Magari destinata a ospitare il delibato vino di Montecelio.

Partecipano da anni anche gli alunni della scuola dell’infanzia, della primaria e della secondaria Istituto Comprensivo Montecelio, con originali lavori figurativi e materici, opere realizzate sotto la regia delle rispettive insegnanti.

LEGGI ANCHE  PALOMBARA SABINA - Addio al maestro Guido Rosati, a 95 anni raccontava aneddoti su Facebook

L’edizione 35, svoltasi ieri e oggi, sabato 29 e domenica 30 ottobre, ha registrato la presenza di esperti micologi quali Antonello Teofani e Chiara Zanotti.

Hanno dato man forte nella organizzazione Angelo Volponi, Daniele Sperandio e Tilde Giubilei.

Preziosa e addirittura insostituibile, la presenza dei “fungaroli” patentati: Pietro Pompei, Carmelo Poti, Carmelo Ferraro, Angelo Ciaglia, Domenico Palumbo; Siro e Pietro, Enrico, Giusy, Tommaso e Silvana.

Ha collaborato Nicola De Bonis.

Si è calcolato un pubblico di circa 1000 persone.

Un successo.

Hanno contribuito in qualità di supervisori i presidenti Fabio Pirro e Mariateresa Volponi. Preziosa la collaborazione della Proloco di Montecelio e “Le classi 1981 e 1982” ideatrici dei coffe-break e dei lunch-break.

Costantino Giubilei ringrazia tutti i convenuti e saluta con un “Arrivederci alla 36esima edizione!”.

(E.C.)

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.