TIVOLI – Espulso, schiaffeggia l’arbitro: calciatore squalificato per 4 anni

Un 16enne della “Tivoli Calcio 1919” resterà lontano dal campo fino al 2026. Per la società multa di 200 euro e gara persa 3 a 0

Quando l’arbitro gli ha mostrato il cartellino rosso, lui ha perso ogni freno inibitorio e a nulla sono valsi i tentativi di fermarlo da parte dei compagni di squadra.

Prima le offese, poi le minacce, quindi un ceffone sul viso.

Per questo il giudice sportivo dei campionati di settore giovanile ha squalificato per 4 anni Matteo B., calciatore della squadra Under 16 Elite della “Tivoli Calcio 1919”.

Il 16enne resterà lontano dal rettangolo di gioco fino al 31 dicembre 2026.

A renderlo noto è la Lega Nazionale Dilettanti della Figc col comunicato numero 67 – CLICCA E LEGGI IL COMUNICATO – pubblicato ieri, giovedì 24 novembre.

La squalifica fa seguito a quanto avvenuto lo scorso sabato 19 novembre durante la partita tra il “Fiano Romano” e la “Tivoli Calcio 1919” valevole per il Campionato Under 16 Regionale Eccellenza Maschile.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Cimitero, funzionario promosso illegittimamente: è il padre del Consigliere comunale - VIDEO/PARTE 2

Secondo quanto ricostruito dal giudice sportivo, l’aggressione è avvenuta al 39esimo minuto del secondo tempo, quando il Fiano conduceva l’incontro per 3 a 1 sui tiburtini.

Dopo una parolaccia, l’arbitro ha espulso Matteo B., ma il 16enne alla notifica del provvedimento disciplinare si è avvicinato con atteggiamento minaccioso e lo ha colpito con uno schiaffo al volto provocandogli un forte dolore.

Non contento, il calciatore della “Tivoli 1919” ha inoltre rivolto al direttore di gara un’espressione gravemente minacciosa.

Stando sempre al verdetto del giudice sportivo, nonostante fosse trattenuto dai propri compagni di squadra, Matteo B. ha colpito con uno schiaffo alla mano l’arbitro reiterando nei suoi confronti altre offese.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Strade sporche, a pulire ci pensa la Comunità Islamica

A quel punto, il Direttore di gara, a tutela della propria incolumità, ha deciso di portare a termine la gara “Pro Forma” sul punteggio di 3 a 1 del Fiano Romano sulla Tivoli 1919.

Uscito dalla stadio, l’arbitro si è recato al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Camillo De Lellis di Rieti, dove gli è stata riscontrata una Iperemia allo zigomo sinistro giudicabile guaribile in 2 giorni.

Oltre alla squalifica per Matteo B. fino al 31 dicembre 2026, il giudice sportivo ha inflitto alla “Tivoli Calcio 1919” la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0 a 3 oltre ad una ammenda di 200 euro.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.