Autismo, un pomeriggio di festa e inclusività per i bambini

L’iniziativa nella Giornata mondiale della Consapevolezza

Tanti giochi, attrazioni e street food. Un pomeriggio di festa nel parco divertimenti all’insegna dell’inclusività.

Si è svolta così ieri, martedì 2 aprile, la Giornata mondiale della Consapevolezza sull’autismo presso il Polo Riabilitativo Nuova Sair di via Francesco Paciotti 21, a Roma, specializzato nella diagnosi e nel trattamento dei disturbi del neurosviluppo (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

Ad aprire la Giornata, i saluti e la benedizione dell’Arcivescovo Emerito Giuseppe Mani. Presenti all’evento anche Roberta Angelilli, Vicepresidente della Regione Lazio, Antonello Aurigemma, Presidente del Consiglio regionale del Lazio e Massimiliano Maselli, Assessore ai Servizi sociali, alla Disabilità, al Terzo Settore, ai Servizi alla Persona della Regione Lazio.

Più di 250 persone, tra adulti e bambini, hanno avuto l’occasione di incontrarsi, conoscersi, entrare in contatto e relazionarsi attraverso il gioco, con la voglia di stare insieme senza pregiudizi.

Oltre ai giochi, le animazioni, la musica dal vivo e tutte le attrazioni, i genitori hanno avuto la possibilità di incontrare gli operatori clinici dell’equipe multidisciplinare del Polo Riabilitativo, con i quali confrontarsi per conoscere meglio i percorsi terapeutici e i progetti in corso.

LEGGI ANCHE  Roma-Lazio, scontri davanti allo Stadio: arrestato un tifoso giallorosso

“I genitori che quotidianamente incontriamo nel nostro Polo Riabilitativo hanno spesso dovuto affrontare varie difficoltà nel loro percorso, anche a causa della scarsa conoscenza ancora oggi diffusa nella nostra società, su cosa sono i disturbi dello spettro autistico e sui bisogni dei bambini e della famiglie – raccontano gli specialisti di Nuova Sair – per questo è fondamentale promuovere, non solo il 2 aprile, una più diffusa consapevolezza e una cultura dell’integrazione e dell’accoglienza”.

“Il nostro Polo Riabilitativo è prima di tutto un luogo di accoglienza e di prossimità verso tutte le forme di fragilità – spiega Rosario Riccioluti, Presidente Nuova Sair – Anche questa Giornata di festa e di inclusività è il segno della passione e dell’attenzione di ogni professionista che qui opera e che si prende cura, con competenza, dedizione e sensibilità, delle persone che si rivolgono a noi”.

L’Onorevole Alessandra Locatelli, Ministro per le Disabilità, che conosce il Polo Riabilitativo Nuova Sair, ha inviato un suo messaggio a tutte le famiglie: “Sono tante le sfide che ci attendono, ma insieme possiamo fare sempre di più e meglio, partendo dalla consapevolezza che oggi serve passare dall’inclusione alla valorizzazione della persona con i suoi talenti e le sue competenze. É un salto di qualità e di civiltà che deve vedere il coinvolgimento di tutti, Istituzioni, mondo del privato e singoli cittadini.

Grazie, quindi, di vero cuore per questa iniziativa, che sono certa donerà emozioni ed energie nuove, e per il prezioso lavoro che continuerete a portare avanti al servizio degli altri”.

“Desidero ringraziare il personale del Polo Riabilitativo Nuova Sair per il servizio che svolge, anche affiancando le famiglie nelle varie attività dei ragazzi – ha detto Antonello Aurigemma, Presidente del Consiglio regionale del Lazio – Come amministrazione regionale, il nostro compito è quello di lavorare per un mondo sempre più inclusivo, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita di tutti. La giornata di oggi una opportunità per conoscersi, sconfiggendo ogni tipo di barriera, di pregiudizi e stereotipi.

La Regione continuerà a garantire il massimo sostegno verso queste attività e iniziative di grande rilevanza sociale”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.