TIVOLI - Via delle Piagge, chi ha rimosso le transenne dalle scale fatiscenti?

La segnalazione di un residente

Sono state chiuse tre mesi e mezzo fa per la presenza di lesioni, ma dopo qualche giorno le transenne sono sparite.

Ora Claudio C., 78enne residente in via delle Piagge, a Tivoli, vorrebbe conoscere chi e perché le ha rimosse nonostante la prescrizione dei vigili del fuoco.

Per questo il pensionato ha contattato la redazione del quotidiano on line della Città del Nordest Tiburno.Tv per portare il caso alla ribalta.

La vicenda inizia l’8 febbraio 2024, quando lo stesso Claudio C. richiede l’intervento dei vigili del fuoco per prendere visione di alcune lesioni lungo il muro delle scale di raccordo di via delle Piagge.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Argini anti-esondazione dell’Aniene, il Tar annulla la gara da 10 milioni di euro

Dopo le verifiche i pompieri transennano gli accessi con nastro segnaletico e successivamente la Polizia Locale dispone la chiusura fino alla verifica da parte di un tecnico qualificato finalizzata al ripristino delle condizioni di sicurezza.

Trascorrono circa 40 giorni e il 20 marzo Claudio C. scopre che le transenne sono state rimosse per cui chiede chiarimenti in una Pec inviata al sindaco di Tivoli Giuseppe Proietti, al Comando della Polizia Locale e per conoscenza alla Procura di Tivoli.

Da allora sono trascorsi altri due mesi senza avere risposta, per questo Claudio C. ha deciso di scrivere alla redazione di Tiburno.Tv.

“Non avendo avuto modo – scrive in una nota il pensionato – di poter sapere se le scale di raccordo in via delle Piagge primo tratto in Tivoli, chiuse in entrambi gli accessi (come da documentazione allegata) siano oggi percorribili, dopo la verifica eseguita da parte di un tecnico qualificato, permanendo le fatiscenti transenne in loco e non essendo stati eseguiti nel frattempo lavori di consolidamento, chiedo a Voi, qualora avesse più fortuna, di contattare l’Amministrazione Comunale di Tivoli, per permettere agli ignari cittadini di conoscere il reale stato delle succitate scale”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.