Sport stressante

Si rischia l'aterosclerosi per depositi di calcio nei vasi sanguigni. L’attività agonistica può far male, almeno quando si “tira troppo”

Secondo una ricerca fare sport può produrre depositi di calcio con conseguenze aterosclerotiche che possono cumularsi lungo le pareti dei vasi sanguigni. Succede perché l’operatività motoria portata all’eccesso conduce il fisico alla riparazione spontanea delle lesioni che si vengono a creare negli stessi vasi sanguigni. Grande fattore per la stessa dinamica è rappresentato dall’ipertensione. Tutto questo non è una grande scoperta per i cardiologi. Nuovo, però, e lo studio lo illustra consiste in una rilevazione dati su un campione vasto: venticinquemila adulti. Sono stati studiati i dati di due centri sanitari a Seul e Suwon, in Corea del Sud. Secondo questa ricerca oltre venticinquemila persone che intensificano l’attività motoria hanno maggiore presenza di calcificazione nelle arterie. In sostanza, maggiore è l’attività fisica maggiori sono le calcificazioni. I contenuti di questa ricerca sono stati presentati al convegno di Firenze dal titolo “conoscere e curare il cuore”.

LEGGI ANCHE  Covid, Vaia: "No quarta e quinta dose, serve un richiamo annuale"

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7s