TOR LUPARA – Sette anni fa il tragico incidente che è costato la vita a Stefano e Cristian

Il 21 ottobre del 2014 erano di ritorno dallo Stadio Olimpico dove avevano assistito alla partita di Champions League tra la Roma e il Bayern Monaco

Sono passati sette anni dal tragico incidente stradale che è costato la vita a Stefano De Amicis e il figlio Cristian di appena 7 anni. Il 21 ottobre del 2014 erano di ritorno dallo Stadio Olimpico dove avevano assistito alla partita di Champions League tra la Roma e il Bayern Monaco.

Erano circa le 23,30 all’altezza del chilometro 20,100 quando lo scooter T-Max 500 guidato da Stefano è stato urtato dall’Opel Tigra guidata da N.S., quarantenne di origini romene.

Il 37enne gestiva l’azienda Dasam Car, che di recente aveva trasferito dalla sede vicino alla rotatoria della Nomentana bis, alla fine di Tor Lupara proprio vicino al luogo dell’incidente.

LEGGI ANCHE  Quarta ondata, le ipotesi in campo

Dopo la famiglia e le auto, la sua passione più grande era quella per la Roma. Totti era il suo idolo e il nome del figlio Cristian era proprio in onore del capitano, che aveva chiamato così il suo primogenito.

Al funerale presso la Chiesa Gesù Maestro partecipò con commozione tutta la comunità e dalla As Roma arrivarono messaggi commoventi da parte del mister Rudi Garcia e del capitano giallorosso Francesco Totti.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7s