GUIDONIA - Brucia i rifiuti nel cortile di casa, denunciato

Ieri un italiano di 57 anni beccati nell’area industriale di Tavernelle con 2 metri cubi di spazzatura pericolosa

Ad attirare l’attenzione dei militari è stata una colonna di fumo nero che si era alzata nel cielo sopra Guidonia.

Così ieri mattina, domenica 24 ottobre, i Carabinieri Forestali della stazione di Ciciliano hanno beccato un italiano di 57 anni mentre bruciava immondizia nel cortile di casa.
Il blitz è scattato verso mezzogiorno nell’area industriale del Piano di insediamento produttivo Tavernelle, dove l’uomo abita: all’interno di un abbeveratoio in disuso ardevano barattoli di metallo, bottiglie di vetro, cavi elettronici di computer squagliati all’interno di buste di plastica, cartone contenente un sacchetto di plastica con all’interno pantaloni di materiale sintetico, una rete metallica, un giacchetto in tessuto sintetico, contenitori di vetro con supporto di ferro, pezzi di legno truciolato laminato in formica.
Il 57enne italiano è stato denunciato per combustione illecita di rifiuti urbani e speciali pericolosi.
Sempre ieri mattina i Carabinieri Forestali di Ciciliano hanno beccato due pescatori di frodo nella cava Estraba in località Canneti, nel territorio di Tivoli: si tratta di due romeni 55 e 54 anni residenti rispettivamente a Borgonovo e Villalba di Guidonia, entrambi senza licenza di pesca.

LEGGI ANCHE  Mascherine, da oggi si cambia: ecco come

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *