Green Pass e stato di emergenza

Proroghe quasi certe per le due misure di prevenzione contro il nuovo pericolo di avanzamento del contagio da Covid

Lo stato di emergenza dovrebbe scadere il 31 dicembre ma con quasi certezza il limite temporale della sua disposizione conoscerà un’estensione dei tempi.

Lo stesso vale per il green pass. Nessun arretramento per le polemiche di questi mesi. Ma l’ultima parola spetterà alla rilevazione del dato sui nuovi contagi e sull’occupazione di posti letto negli ospedali. Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri l’ha ribadito nel corso di una trasmissione televisiva cogliendo come priorità assoluta la messa in sicurezza. Fare questo sarà possibile quando saranno effettuate le terze dosi. Ma la prova sarà questo novembre ed inizio dicembre. Oggi come ieri pare che la parola d’ordine resti: “addà passa’ a nuttata”.

D’altra parte non incoraggiano i dati che informano sullo stato di avanzamento del Covid. Ieri in Italia si è arrivati 8.589 casi e 67 vittime. Numeri sempre in crescita che danno da pensare a una tendenza che non si fermerà nei prossimi giorni. Questa ultima rilevazione segna 678 in più rispetto a quella de000000l giorno precedente.

E non è vero che si è abbassato il numero dei tamponi. Il dato attesta 595.812 tamponi effettuati. Il numero complessivo delle vittime da Covid da inizio pandemia si conta in termini di 132.618 unità.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *