TIVOLI – Covid, l’Asl sospende tre dipendenti no-vax

Ieri la presa d’atto dei procedimenti per il mancato rispetto dell’obbligo vaccinale

Tre dipendenti no-vax sospesi dalla Asl Roma 5 di Tivoli.

Lo stabiliscono le delibere numero 1699, 1700 e 1701 firmate ieri, giovedì 6 ottobre, dal Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale Giorgio Giulio Santonocito.

Gli atti sono una presa d’atto delle sospensioni dal servizio dei dipendenti che durante la pandemia non si vaccinarono contrariamente a quanto previsto dalla legge per tutelare la salute pubblica.

Durante l’emergenza epidemiologica il vaccino era un obbligo per gli operatori sanitari stabilito dal Decreto Legge numero 44 del primo aprile 2021 convertito con modifiche dalla Legge 76 del 28 maggio 2021 e successivamente dal Decreto Legge 24 del 24 marzo scorso.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Case popolari, inquilina riconsegna le chiavi: assegnato l’undicesimo alloggio

Per questo la sospensione dal lavoro fu inflitta a due infermieri dell’ospedale di Palestrina e ad un tecnico dell’ospedale di Palombara Sabina, già da tempo rientrati a lavoro.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.