Conosci ciò che indossi: nasce “Make the label count”

Nasce un'organizzazione che chiede informazioni trasparenti e affidabili sull'ambiente

Il fine della campagna “Make the Label Count“, lanciata da una coalizione internazionale, è quello di chiedere alla Commissione Europea di garantire sull’abbigliamento etichette di sostenibilità trasparenti, complete e accurate. L’Unione Europea ha un’ampia visione per l’economia per ciò che concerne il punto di vista climatico e l’industria della moda è stata identificata come un settore prioritario. I consumatori vogliono essere meglio informati sull’impatto dei loro vestiti sull’ambiente, su come sono stati realizzati e chi li ha realizzati.

Forse c’è  bisogno di un approccio più olistico che punti a cogliere tutti gli impatti dannosi, tenendo conto anche di quelli positivi, e che rifletta meglio il piano d’azione dell’UE per l’economia circolare e l’agenda del Green Deal. Per raggiungere questo obiettivo c’è bisogno di informazioni trasparenti e affidabili sull’ambiente.

LEGGI ANCHE  Stop alla plastica monouso: ce ne siamo accorti?

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *