transizione

La transizione ecologica secondo la Regione Lazio all’Expo di Dubai

La transizione ecologica al centro dell’impegno del Lazio per il futuro: una visione presentata all’Expo 2020 di Dubai

Un forum dedicato all’impegno per l’ambiente, dal titolo “L’impegno della Regione Lazio nella transizione ecologica: mitigazione e adattamento per i cambiamenti climatici su scala locale”: se ne è parlato all’Expo 2020 di Dubai, presso l’Anfiteatro del Padiglione Italia, con soluzioni in grado di affrontare i cambiamenti climatici, attraverso processi di co-progettazione, strumenti e metodi innovativi. Come l’uso sostenibile e protezione delle risorse marine, l’economia circolare, la protezione e il ripristino della biodiversità e degli ecosistemi. L’evento è stato realizzato dalla Regione Lazio, in collaborazione con il “Centro Euromediterraneo per i Cambiamenti Climatici – CMCC”, l’Agenzia Nazionale per le nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo economico sostenibile ENEA e con la partecipazione di Sapienza Università di Roma e dell’Università degli Studi La Tuscia.

LEGGI ANCHE  Regione Lazio - Sciopero di 4 ore per il rinnovo del contratto

L’interesse crescente nei confronti della variabilità climatica e delle sue mutazioni su scala locale si è, infatti, allargato ben oltre la comunità scientifica, per coinvolgere in maniera sempre più diretta le amministrazioni, i decisori politici e gli stakeholder locali. E “il Lazio vuole essere in prima linea sul tema della sostenibilità ambientale, per questo abbiamo istituito l’Assessorato per la Transizione Ecologica e la Trasformazione Digitale”, ha ricordato il presidente della regione Nicola Zingaretti. Ha aggiunto la responsabile dell’assessorato, Roberta Lombardi: “Una delle più grandi sfide è attuare gli obiettivi globali di decarbonizzazione a livello locale sui nostri territori perché è qui che l’operato delle Istituzioni diventa visibile agli occhi delle persone, attraverso un impatto concreto su ambiente, salute pubblica, economia e qualità della vita. Coniugare ad esempio lo sviluppo delle energie rinnovabili con la tutela di attività produttive come le nostre eccellenze agroalimentari è una delle nostre prerogative assieme a quella di far in modo che la Transizione Ecologica sia frutto di un processo partecipato”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *