MONTEROTONDO – Europei di nuoto, il trionfo di Arianna Sacripante

L'atleta eretina, affetta dalla sindrome di Down, ha catturato l'attenzione per le sue straordinarie capacità tecniche

E’ lei la “vincitrice” degli Europei di nuoto chiusi a Roma domenica 21 agosto. L’Italia è vero ha dominato in vasca collezionando medaglie, ma è stato un altro evento a margine delle gare ufficiali a catturare l’interesse e il cuore dei telespettatori: l’esibizione dell’atleta paralimpica Arianna Sacripante scesa in acqua insieme al campione olimpico Giorgio Minisini.

Arianna è di Monterotondo, è una atleta con la sindrome di Down, e in vasca si è distinta per le sue straordinarie capacità tecniche.

Arianna e Giorgio, amici e grandi atleti, hanno nuotato insieme una coreografia di nuoto sincronizzato sulle note di Imagine. La cornice è stata quella del Gala Event, la festa di chiusura degli Europei di nuoto artistico al Parco del Foro Italico. Lui, Giorgio Minisini, è arrivato con 4 medaglie d’oro vinte nei giorni precedenti (2 come solista e 2 in coppia con Lucrezia Ruggiero). Lei, Arianna Sacripante, è una sincronette, medaglia d’oro ai Trisome Games nel 2016.

LEGGI ANCHE  Pontelucano ore 11, di nuovo un lago

Sono due grandi atleti e amici che non possono gareggiare insieme nelle competizioni ufficiali, ma hanno voluto mostrare quale potrebbe essere il volto dello sport del futuro, se gli atleti con disabilità gareggiassero insieme ai normodotati, riporta il sito Aleteia.

Sono entrati in piscina tenendosi per mano e con il sorriso, la tensione messa da parte. Arianna aveva il dito di un piede fratturato a causa di un infortunio durante un allenamento, ma è riuscita a essere comunque impeccabile.

Ora il sindaco di Monterotondo Riccardo Varone vorrebbe incontrare Arianna per riservarle l’abbraccio della città: “Una bellissima storia umana, sportiva e di integrazione! Grazie alla Il Pungiglione Cooperativa Sociale per averlo sottolineato. Complimenti ad Arianna Sacripante, nostra concittadina che ha ottenuto un risultato straordinario! Spero di poterla incontrare presto in Comune e riconoscerle anche l’abbraccio di un’intera Città”.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Sorpasso nel centro abitato, travolte mamma e figlia

Arianna Sacripante è nata nel 1992, vive a Monterotondo, e si allena grazie al progetto Filippide. Le piace vincere, dicono di lei i cronisti sportivi. Nel 2016 l’oro ai Trisome Games con la sua squadra e sempre con Giorgio Minisini è arrivata alla Superfinal delle World Series con una coreografia sulla musica de “La donna cannone”.

Insieme si erano esibiti anche nel 2018, a Kyoto, in Giappone, in occasione del 27° Para Syncronized Swimming Festival. Il loro connubio è nato quattro anni fa, grazie al Progetto Filippide appunto e alla Federazione Italiana Nuoto, che ha coinvolto il campione di sincro.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.